Parte il Campionato Italiano Enduro 2020, il bordigotto Davide Soreca torna in sella

Ritornato tra le file del Team Boano, si schiererà quest’anno nella 250 2t

Più informazioni su

Genova. Mancano pochissimi giorni all’apertura ufficiale della stagione 2020. Dopo mesi di trepidante attesa, di giorni difficili e duri per tutto il mondo, si riaccendono i riflettori sul Campionato Italiano Enduro 2020. Tra i piloti torna in sella anche il bordigotto Davide Soreca.

«Vogliamo volgere un pensiero a tutte le vittime di questa terribile pandemia, alle loro famiglie e a tutti coloro che hanno perso un amico in questi mesi così duri. Un caloroso applauso e un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno lottato giorno e notte in questa dolorosa battaglia contro questo nemico silenzioso.

Nel ritorno alla normalità e alla nostra passione chiamata Enduro il nostro personale ringraziamento va inoltre alla Federazione Motociclistica Italiana che non si è fermata un solo attimo in questi mesi e a tutti i motoclub che si apprestano ad organizzatore una manifestazione di Campionato Italiano Enduro, con tutte le difficoltà del periodo. Grazie infine anche ai motoclub che per un motivo o l’altro sono stati costretti a rinunciare alla propria gara, ci rivediamo nel 2021!» – dicono gli organizzatori.

La stagione si aprirà davvero in grande stile con una gara impegnativa e divertente, magistralmente disegnata dai ragazzi del motoclub Crostolo. Il percorso, di circa 50 km, si svilupperà tra le affascinanti montagne appenniniche e presenterà un terreno duro, sassoso e a tratti argilloso che, in caso di pioggia, cambierà radicalmente aspetto alla gara, diventando più tosta ed impegnativa. Come di consueto la partenza sarà alle 8.30, sia sabato 4 luglio che domenica 5; lasciata la pedana si affronteranno nell’ordine l’Enduro Test, l’Airoh Cross Test e l’Extreme Test X-CUP Motocross Marketing-Galfer (tranne la Coppa Italia). Tra il fettucciato e l’estrema ci sarà il C.O. assistenza, situato sempre all’interno del Paddock poiché il percorso è sviluppato ad “8”. I giri totali saranno 4 per il sabato e 3 per la domenica.

La voglia di tornare a respirare l’aria del Paddock e delle prove speciali è tantissima; a dimostrarlo lo sono certamente il numero di iscritti con ben 250 atleti pronti a raggiungere Carpineti (RE) per risalire finalmente in sella e provare nuovamente l’adrenalina nell’affrontare una prova speciale rispettando tutte le nuove regole.

«Sono norme forse difficili da comprendere e che certamente neanche noi vorremmo dover rispettare e far rispettare ma la cosa che ci sta più a cuore è la sicurezza di tutti i partecipanti ed addetti che ci saranno a Carpineti per passione e divertimento ma anche per svolgere il proprio lavoro. Per questo motivo, e secondo il DPCM del Governo, siamo costretti a limitare gli accessi al Paddock e alle prove speciali ai soli piloti e accompagnatori. E’ una scelta difficile ma doverosa da fare in questo momento, nella speranza di poter, magari già dalla prossima gara, riavere il calore del pubblico attorno a noi.

Non vogliamo però che vi perdiate neanche un minuto della manifestazione! Per questo motivo cercheremo di tenervi aggiornati costantemente con foto, video e dirette della gara. Per vedere cosa succederà a Carpineti (RE) in tempo reale collegatevi ai nostri social e ai nostri siti internet www.italianoenduro.com e live.italianoenduro.com.

Virtuale sarà anche il briefing pregara! Potrete seguire il briefing di Mario Rinaldi, in programma venerdì 3 aprile alle 18 collegandovi alla nostra pagina Facebook e Youtube Italiano Enduro e al nostro sito www.italianoenduro.com

Oltre al briefing a cambiare saranno anche le operazioni preliminari; ogni pilota avrà un suo orario per accedere sia alle verifiche amministrative che a quelle tecniche, questo per evitare assembramenti all’ingresso della segreteria e del parco chiuso. Gli orari saranno inviati ai singoli piloti via mail e disponibili sul sito di italianoenduro.com a breve. Si raccomanda ad ogni pilota di portare con sé la propria penna personale per firmare l’elenco iscritti, oltre naturalmente alla mascherina, obbligatoria nei luoghi chiusi e all’aperto ove non è possibile garantire la distanza interpersonale di almeno 1 metro» – fanno sapere.

Alla tappa di Carpineti (RE) innanzitutto bisogna sottolineare la presenza di ben 21 stranieri che hanno scelto il Campionato Italiano come terreno di allenamento in vista del Mondiale; da Brad Freeman, campione assoluto in carica, a Steve Holcombe, suo team mate, a Daniel Maccanney, new entry del Team Honda Redmoto.

Movimenti importanti nelle diverse classi del campionato; nella 125 sarà di nuovo battaglia tra Tommaso Montanari (KTM TNT Corse) e Claudio Spanu (Husqvarna). Davide Soreca, ritornato tra le file del Team Boano, si schiererà quest’anno nella 250 2t, così come Deny Philippaerts (Beta Boano), campione italiano 300 2t, e Maurizio Micheluz (Husqvarna). E’ passato invece alla 300 il campione italiano 250 2t Gianluca Martini (Beta) che si confronterà con tanti altri assi dell’Enduro tra cui Davide Guarneri (TM E50) e Rudy Moroni (KTM Proracingsport). Pronto a difendere il titolo 2019 nella 250 4t ci sarà Thomas Oldrati (Honda Redmoto) che dovrà battagliare quest’anno con il giovane talento Andrea Verona (TM Racing), passato dalla Junior alla classe maggiore.
Nella 450 troviamo il tricolore in carica Alex Salvini (Honda), anche lui pronto a confrontarsi con un altro giovane talento dell’Enduro, Matteo Cavallo (Sherco).

Le sfide saranno tantissime, e non solo nelle singole classi! Al via infatti la quarta edizione del Trofeo Airoh Cross Test che premierà il miglior pilota assoluto delle prove fettucciate; dopo Davide Guarneri, Steve Holcombe e Giacomo Redondi chi sarà il miglior atleta 2020? Oltre alla sfida del Cross Test, i piloti sono chiamati a darsi battaglia anche nelle prove estreme per aggiudicarsi l’X-CUP Motocross Marketing-Galfer, trofeo vinto lo scorso anno da Thomas Oldrati.

Al debutto il Trofeo Eleveit che premierà a fine stagione il pilota giovane più talentuoso. Il trofeo è dedicato a tutti i piloti nati tra il 1997 e il 2004 con ranking compreso tra 35,01 e 129,99 ed iscritti a tutto il campionato o alla singola prova del Campionato Italiano Assoluti d’Italia. La partecipazione al Trofeo sarà totalmente gratuita. In palio la possibilità di diventare un pilota ufficiale Eleveit per l’anno 2021 con un contratto di sponsorizzazione di 2.000 euro.

Più informazioni su