Merce contraffatta al mercato di Ventimiglia, i carabinieri sequestrano 150 articoli

Il valore sul mercato delle patacche si aggirava sui 15mila euro

Ventimiglia. In occasione del mercato settimanale di ieri, i carabinieri della stazione della città di confine – unitamente a quelli di Ventimiglia Alta, Dolceacqua e Pigna, hanno recuperato e sequestrato
circa 150 articoli contraffatti.

Nel corso del servizio, i militari hanno presidiato l’area mercatale del lungomare al fine di contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale e della contraffazione, in un contesto rivelatosi particolarmente impegnativo per la giornata assolata e le alte temperature, rinvenendo diversi borsoni contenenti orologi, occhiali da sole, cinture, portafogli, borse e scarpe, tutti riportanti marchi contraffatti delle migliori griffe, che sono stati abbandonati dai venditori allontanatisi alla vista dei carabinieri, i quali hanno eseguito il sequestro della merce; in seconda battuta svolgeranno gli accertamenti per giungere all’identificazione dei responsabili.

I consumatori spesso sono consapevoli delle conseguenze dannose derivanti dagli acquisti di merce contraffatta, ma è utile ricordare come l’oggetto non originale possa essere dannoso per la salute, non avendo contezza della materia prima utilizzata per la realizzazione.

Il sequestro operato ha consentito di sottrarre al mercato della contraffazione merce che avrebbe permesso di realizzare un introito quantificabile in circa 15mila euro.