Isolabona, negato il Consiglio in piazza, ma passa mozione per pagare Protezione Civile. Cortelli: «Vittoria della minoranza»

Al parlamentino ha partecipato tutta la squadra della Protezione Civile accompagnata dal proprio legale

Isolabona. E’ stata approvata ieri in consiglio comunale all’unanimità, dopo una discussione di circa due ore e mezza, la mozione per  impegnare il sindaco e la giunta a saldare la quota a favore della Protezione Civile di Camporosso come previsto dalla convenzione stipulata il 1 agosto 2019. «Dopo mesi e mesi che non pagavano si sono impegnati: questa è una vittoria per la minoranza», ha dichiarato Lorenzo Cortelli, capogruppo della lista civica “Rinnovare si Può“.

La mozione, proposta dal consigliere Roberta Sala con firmatari Lorenzo Cortelli, Dario Faraone e Marika Gavazza, è stata presentata per “costringere” l’amministrazione a saldare un debito di 2000 euro relativo al 2019 «utilizzando soldi provenienti delle casse comunali e non da donazioni volontarie di cittadini o altra tipologia di contributo». Dei 3mila euro che Isolabona avrebbe dovuto versare nel 2019 alla Protezione Civile, infatti, ne erano stati versati solo mille. Infatti,  «nonostante le ripetute rassicurazioni da parte del Sindaco di voler procedere al saldo dovuto a raggiungimento della cifra totale di 3000,00€ – si legge nel testo del documento – a oggi, la rimanente somma di 2mila non è stata ancora liquidata».

Un consiglio “caldo” quello di martedì 28 luglio, che si è svolto in Comune nonostante la richiesta di Cortelli di spostarsi in piazza Martiri della Libertà per dar modo alla gente di partecipare garantendo il distanziamento sociale previsto per evitare i contagi da Covid-19. «Come previsto nel regolamento comunale – ha spiegato Lorenzo Cortelli – Ho chiesto al sindaco questa possibilità. Il segretario generale Germanotta ha dato parere positivo, ma non mi è stata fornita alcuna risposta dall’amministrazione. Il diniego alla mia richiesta è esclusivamente politico».

Al parlamentino ha partecipato tutta la squadra della Protezione Civile accompagnata dal proprio legale, l’avvocato Biamonti, a cui i volontari si erano rivolti per ricevere il saldo del contributo previsto.

Come annunciato dal sindaco Augusto Peitavino, che ha sciolto la convenzione con Camporosso, Isolabona si unirà alla squadra di Pigna. «Il sindaco ha preso questa decisione che non condividiamo per motivi di vicinanza territoriale – ha concluso il consigliere -. Ma Camporosso ha un parco mezzi molto più fornito di quello che può avere un piccolo Comune, una squadra numerosa e un ufficio strutturato per gestire le pratiche».