Quantcast

Infrastrutture, Mulé (Fi): «La Liguria è isolata, non si può andare avanti così»

«Ogni giorno in Liguria si vive un'Odissea, ogni giorno ore di lavoro e della propria vita vengono sottratte per l'incapacità di un governo che non sblocca i cantieri e le grandi opere»

Genova. «Davanti al Palazzo di Montecitorio a Roma, insieme a una rappresentanza di cittadini liguri, abbiamo detto una cosa semplice e chiara: non si può più andare avanti così. La Liguria è una regione isolata non solo dall’Italia ma dal mondo, nonostante rappresenti il punto focale di approdo del Mediterraneo per l’Europa intera.

Le autostrade sono bloccate, i collegamenti aerei sono ridotti all’osso, i collegamenti ferroviari sono indegni di questo nome: è impossibile vivere così. Ogni giorno in Liguria si vive un’Odissea, ogni giorno ore di lavoro e della propria vita vengono sottratte per l’incapacità di un governo che non sblocca i cantieri e le grandi opere.

Oggi siamo scesi in piazza per dire al governo: datevi una mossa, non possiamo più attendere, in Italia esiste una “questione Liguria” che va risolta immediatamente». Così, in una nota, il deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato, Giorgio Mulé.