In Liguria gazebo di Lega per raccolta firme #stopisolamento, Rixi: «Governo sblocchi principali opere infrastrutturali»

Continuano anche le sottoscrizione #stopcartelle, #stopclandestini e #stopvitalizi e la campagna tesseramento 2020

Più informazioni su

Genova. Da oggi fino a lunedì 13 luglio, in trenta località della Liguria, da Ventimiglia alla Spezia, passando per l’entroterra, la Lega Liguria ha organizzato una gazebata per la raccolta firme #stopisolamento.

«Dopo la manifestazione di ieri – dice Edoardo Rixi, deputato della Lega e segretario in Liguria – davanti a palazzo Chigi dove abbiamo portato l’insofferenza della nostra regione per i disagi insostenibili subiti dalla Liguria per il caos autostrade, da oggi, nelle piazze, chiederemo ai liguri di firmare perché il governo sblocchi le principali opere infrastrutturali attese da anni e riveda subito, nel decreto Semplificazioni, le regole sulle manutenzioni che oggi stanno sequestrando migliaia di liguri e turisti per ore in auto sotto le gallerie, un destino che, se non cambierà qualcosa, toccherà all’Italia intera». Nell’elenco delle opere della sottoscrizione ci sono, tra le altre: il raddoppio della Genova-Ventimiglia, la Gronda di Genova, il completamento dell’Aurelia bis, il tunnel della Val Fontanabuona. E poi Terzo Valico, Nodo di Genova, linea Novi-Tortona-Pavia, Pontremolese, interventi sull’Aeroporto di Genova, l’autoparco e una sede di Ansfisa a Genova.

Oltre alla raccolta firme #stopisolamento, continua anche le sottoscrizione #stopcartelle, #stopclandestini e #stopvitalizi, oltre che la campagna tesseramento 2020. «Lo scorso fine settimana – conclude Rixi – abbiamo chiuso con 16mila firme e circa 700 tessere, un successo enorme che suona come un avviso di sfratto al governo di incapaci che sta bloccando il Paese».

Più informazioni su