Imperia, spaccio di cocaina: marocchino condannato a 7 anni ma è latitante

Condannata anche la compagna brasiliana, pure lei irreperibile. Assolto, invece, un presunto complice

Imperia. Il giudice monocratico Marta Maria Bossi ha emesso sentenza di condanna a 7 anni di reclusione nei confronti di un cittadino marocchino, S.O., 44 anni. L’uomo difeso dall’avvocato Sandro Lombardi era accusato  di aver messo in piedi a Sanremo una vera e propria centrale di spaccio di cocaina (molti gli episodi che gli venivano contestati) fino all’arresto, nel 2016, da parte dei carabinieri. Nelle more del processo, però, S.O., si era reso, però,  latitante.

Irreperibile anche la compagna, una donna brasiliana difesa dall’avvocato Maria Laura Leone, di 48 anni, Ew. Sc. che è stata condannata a 4 anni di reclusione.

Assolto, invece, un altro cittadino marocchino difeso dall’avvocato Tito Schivo , H.Eb. di 51 anni in quanto riconosciuto estraneo ai fatti contestati. L’ accusa era sostenuta dal pubblico ministero Antonella Politi.