Imperia, escursione da Santa Brigida al monte Faudo

Dalla vetta si gode il panorama verso la valle del San Lorenzo e Imperia, la costa della Francia e della Toscana, nelle giornate più limpide si vede la Corsica, sul lato opposto si innalzano le vette più alte delle Alpi Liguri

Più informazioni su

Imperia. Mercoledì 8 luglio verrà organizzata un’escursione sulla via di Cresta Brigida-Monte Faudo.

Il monte Faudo (1151m) si innalza a breve distanza dal mare con la sua tondeggiante cima che emerge dalla macchia mediterranea e dai boschi. Dalla vetta si gode il panorama verso la valle del San Lorenzo e Imperia, la costa della Francia e della Toscana, nelle giornate più limpide si vede la Corsica, sul lato opposto si innalzano le vette più alte delle Alpi Liguri.

«Cammineremo in boschi di carpino che sono ottimi da funghi, purtroppo non per questa stagione. Il Faudo con il Passo di Vena è sempre stato percorso dai lavoratori stagionali che si recavano in Francia partendo da Imperia.
Da Santa Brigida prenderemo un agevole sentiero per raggiungere il Passo Bastia dove sorge il Casone dei Partigiani, da qui il sentiero si fa più ripido per portarci in cima e godere del panorama e dei cavalli lasciati liberi a pascolare. Per il ritorno percorreremo in parte lo sterrato fra i boschi. L’escursione parte dalla cappella di Santa Brigida (comune di Dolcedo) raggiungibile da Poggi frazione di Imperia o da Civezza, quando prenoti ricordati di chiedermi le indicazioni stradali» – fanno sapere gli organizzatori.

Scheda tecnica
Dislivello: 700m circa
Tempo di percorrenza: 5 ore + soste
Lunghezza: 11 km circa
Difficoltà E – Escursionistica

Consigliata a chi abbia un minimo di allenamento sui sentieri in salita e discesa, per la pendenza del percorso

Dati Logistici
Ritrovo a Santa Brigida ore 8.45 – partenza ore 9
Rientro previsto per le 15.30 circa.

Info e prenotazioni 
Claudio Zanardi (Guida Naturalistica) 3484526914

Equipaggiamento
Vivamente consigliati bastoni da trekking (se correttamente utilizzati permettono di distribuire la fatica su tutti i muscoli del corpo ed alleggerire il sovraccarico dalle ginocchia), scarpe tecniche con buona suola, abbigliamento adeguato alla stagione, borracce (limitiamo l’uso delle bottigliette di plastica) con buona scorta di acqua, occhiali da sole, cappellino, repellente, protezione solare.

I partecipanti troveranno sul sito www.myben.it i dettagli sui comportamenti da adottare secondo le norme Anticovid indicate dalle autorità.

Più informazioni su