Cisl Liguria: «Mit, Regione e Aspi trovino subito soluzione per evitare tracollo definitivo di economia e lavoro»

«Anche oggi è stata una giornata drammatica per la mobilità in Liguria»

Genova. «La Cisl fa appello al Mit, alla Regione e ad Aspi perché trovino immediatamente il modo per liberare la nostra regione ostaggio dei cantieri sulle autostrade». Questo dicono Luca Maestripieri, segretario generale della Cisl Liguria, Marco Granara, segretario generale Cisl Genova e Mauro Scognamillo, segretario generale Fit Liguria.

«Anche oggi è stata una giornata drammatica per la mobilità in Liguria – proseguono -. È il momento, per tutta la politica, di smetterla di recitare il gioco delle parti e di concentrarsi tutti assieme sulla ricerca di una soluzione, prima che l’economia della Liguria schianti definitivamente portando con sé aziende e posti di lavoro».

«Non è più possibile perdere tempo in battaglie dialettiche dal respiro squisitamente elettorale – aggiungono Maestripieri, Granara e Scognamillo -. Negli ultimi 20 anni hanno governato tutti lo Stato e la Regione. Non è il momento di cercare, ora, responsabilità nella politica: lasciamo la magistratura individuare quelle penali e impegnamo tutti i nostri sforzi nelle possibili soluzioni per la mitigazione dei disagi. Ci auguriamo che finalmente le forze politiche di tutto l’arco costituzionale ascoltino il grido, la richiesta di aiuto che viene dal territorio e che i partiti e i loro rappresentanti, oltre a rilasciare dichiarazioni alla stampa, si impegnino in atti concreti. Ora non si può più bluffare, bisogna passare all’azione e qui si vedrà chi è con la Liguria e chi no».

La Cisl si impegna ad oggi a «Non dichiarare alcuna mobilitazione sotto le forme che porterebbero ulteriori danni e disagi alla popolazione e agli altri lavoratori».