Autostrade, Rixi (Lega): «Governo diviso, smetta di litigare sulla governance e chieda riduzione pedaggi e opere compensative»

«Situazione inaccettabile, cambi subito rotta»

Più informazioni su

Genova. Le dichiarazioni di Edoardo Rixi, deputato della Lega e responsabile nazionale Infrastrutture:

«Il governo Pd-5S è sempre più diviso sulla concessione ad Autostrade e continua a non decidere. Ma quel che è più grave è che l’esecutivo è solo concentrato sulla governance di Aspi e sul futuro societario, trascurando il vero obiettivo: il risarcimento dei danni alla Liguria per il crollo del ponte Morandi in termini di opere compensative e di diminuzione dei pedaggi.

Visti i danni ingenti al sistema logistico portuale in termini di diminuzione di traffici legati al caos di queste settimane, il governo deve chiedere il finanziamento anche di opere portuali, come la nuova diga Foranea di Genova, del valore di un miliardo, e infrastrutture di terra, a partire dal tunnel della Val Fontanabuona, per circa 400 milioni, che potrebbe rappresentare il primo tratto della gronda di Levante, in parallelo all’avvio della gronda di Ponente.

La strada che sta imboccando il governo su Aspi porterebbe a un semplice cambio di azionariato, ma nessuna azione e intervento a compensazione dei danni subiti dalla Liguria e dal Nord Ovest, territori che hanno visto e subito immani tragedie. Una situazione inaccettabile. Il governo cambi subito rotta».

 

Più informazioni su