Alla scoperta di Bordighera, le visite guidate tra i tesori di Garnier, giardini lussureggianti e l’anima inglese della città foto

Tutti gli appuntamenti in programma tra luglio e agosto

Bordighera. Un tour per scoprire e riscoprire Bordighera: dai giardini lussureggianti, un tempo parte dell’immenso giardino Moreno che custodiva essenze esotiche, tanto da incantare persino il pittore Claude Monet, al patrimonio architettonico del rinomato Charles Garnier: architetto dell’Opera di Parigi e del Casino di Montecarlo, che scelse Bordighera, regina delle palme, come luogo dove vivere e lavorare. E ancora la signorile Bordighera, amata dagli inglesi affascinati dalla lettura del “Dottor Antonio” di Giovanni Ruffini, che li portò nella ridente cittadina dell’estremo ponente ligure tra l’Ottocento e il Novecento, quando divennero più numerosi degli stessi bordigotti. Per finire con la Bordighera sospesa tra il Medioevo e il Barocco, tra l’arrivo dell’eremita Ampelio e le minacce delle scorribande saracene. Sono questi i quattro temi protagonisti di altrettante visite guidate, in italiano, francese, inglese e tedesco, organizzate per i mesi di luglio e agosto dal Comune di Bordighera in sinergia con Federalberghi e “sistema guide Bordighera”, con Sandro Cozzari e Simona Gibertini.

«Si tratta di una splendida iniziativa che mi fa ben sperare – ha dichiarato il vicesindaco Mauro BozzarelliCon gli operatori si è creata molta sinergia, stiamo lavorando bene e ottenendo anche buoni risultati».

I tour, tutti della durata di poche ore, si svolgeranno a piedi, su un terreno pianeggiante, con qualche breve salita per giungere nel centro storico, quando previsto dall’itinerario. In ottemperanza alle norme anti COVID 19, durante la visita sarò obbligatorio indossare una mascherina e mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro. Per partecipare è necessario prenotare (al numero 0184262882) entro le 16 del giorno precedente alla visita, che si svolgerà se verrà raggiunto il numero di almeno otto partecipanti. Il costo è di 7 euro a persona, gratuito per i bambini fino a 10 anni.

A spiegare il progetto è stato Ezio Formosa (Federalberghi): «Abbiamo pensato che quest’anno i nostri clienti non riusciranno a fare gite importanti, in Costa Azzurra o altrove, per via del Covid-19. Allora ci siamo detti che c’era la necessità di far conoscere Bordighera. Di raccontare la sua storia, che è molto ricca. Riusciremo a farlo grazie alle grandi professionalità che abbiamo in questo territorio».

Gli investimenti saranno minimi: stampa di materiale cartaceo e materiale web preparato direttamente dalle guide. I costi saranno coperti con gli introiti della tassa di soggiorno. 

IL CALENDARIO

Mercoledì 8 luglio e mercoledì 5 agosto, ore 17:00
BORDIGHERA, UN PARADISO TROPICALE
Sin dalle origini famosa per i suoi oliveti ed agrumeti, dal 19° secolo la città vide l’arrivo di essenze esotiche, portate dai ricchi villeggianti, in particolare britannici: ciò spiega la presenza di piante australiane, come i Ficus e le Araucarie, che grazie al clima mite della Riviera, si sono facilmente acclimatate. Il percorso guidato ci conduce attraverso vari parchi e aree verdi, vestigia del Giardino Moreno, dove si ammirano esemplari arborei monumentali.
Incontro con la guida di fronte all’Ufficio Turistico IAT, Corso Vittorio Emanuele 172.
Partenza ore 17:00, durata circa 2 h.

Mercoledì 15 luglio e mercoledì 12 agosto, ore 17:00
BORDIGHERA, LUOGO DEL CUORE DI CHARLES GARNIER
Il celebre architetto francese definì il territorio di Bordighera “un angolo di Palestina”, e scelse di abitarvi, costruendovi la sua residenza e continuando a svolgere la propria attività al servizio di importanti committenti. La visita guidata ci consente di scoprire vari edifici da lui progettati e realizzati, tra cui la Villa Garnier (ingresso € 4,00), la chiesa di Terrasanta, la Villa Bischoffsheim, le scuole pubbliche oggi Palazzo Comunale ecc.
Incontro con la guida di fronte all’Ufficio Turistico IAT, Corso Vittorio Emanuele 172.
Partenza ore 17:00, durata circa 2 h.

Mercoledì 22 luglio e mercoledì 19 agosto, ore 17:00
BORDIGHERA, UNA ELEGANTE CITTÀ BRITANNICA
La “piana” di Bordighera ha oggi un aspetto molto elegante e curato, con lunghi viali alberati, ville di aspetto ottocentesco e lussureggianti giardini: ciò è dovuto alla presenza, tra ‘800 e ‘900, di una folta comunità straniera, proveniente in particolare dal Regno Unito, che modellò il territorio, seguendo la propria innata propensione per il bello. Durante la passeggiata guidata, scopriremo la storia di alcuni di essi, inglesi, scozzesi, ma anche francesi e italiani, che in periodi diversi lasciarono la loro impronta indelebile nella nostra città.
Incontro con la guida di fronte all’Ufficio Turistico IAT, Corso Vittorio Emanuele 172.
Partenza ore 17:00, durata circa 1h30.

Mercoledì 29 luglio e mercoledì 26 agosto, ore 17:00
“BORDIGHETA” TRA MEDIOEVO ED EPOCA BAROCCA
Fondata nello scorcio del Medioevo come “villa nuova” sul promontorio di sant’Ampelio, “Bordigheta” dovette da subito far fronte alla minaccia delle scorrerie barbaresche, per cui venne munita di importanti fortificazioni, ancora oggi visibili, e inserita nel piano di difesa costiera della Repubblica di Genova. Durante la visita scopriremo vari monumenti medievali e barocchi, mute testimonianze della travagliata storia di questo scorcio di Liguria tra il XV e il XVII secolo.
Incontro con la guida di fronte all’Ufficio Turistico IAT, Corso Vittorio Emanuele 172.
Partenza ore 17:00, durata circa 1h30.