Ventimiglia, tornelli al mercato coperto. L’attacco del Pd: «Misura tardiva ed eccessiva»

«Nessun altro mercato (Imperia, Sanremo o Bordighera) è stato oggetto di misure così stringenti»

Ventimiglia. «Ancora una volta l’amministrazione dimostra di non comprendere le esigenze degli operatori commerciali
Tardiva ed eccessiva la misura di installare dei tornelli per accedere al mercato coperto». Lo dichiara Roberto Vigneri, segretario cittadino del Pd di Ventimiglia.

«Condividiamo e sosteniamo – aggiunge – la preoccupazione dei tanti operatori che non comprendono la decisione del Sindaco. L’amministrazione dimostra nuovamente di non capire le difficoltà degli operatori commerciali; ci troviamo di fronte a decisioni di Scullino prese senza confrontarsi con nessuno: prima si sostiene una consistente spesa di ben 34.000 euro, e solo dopo si incontrano i commercianti? L’attenzione alla situazione sanitaria è prioritaria, ma ci sono modi di affrontarla, senza danneggiare il tessuto economico della città».

E ancora: «Perché non ripristinare il vigile annonario dedicato al mercato, munito di termoscanner, per monitorare le distanze e gli assembramenti; perché non contare sulla collaborazione degli operatori che si sono dimostrati attenti e responsabili e si ritrovano invece esclusi da un simile provvedimento? Nessun altro mercato (Imperia, Sanremo o Bordighera) è stato oggetto di misure così stringenti proprio perché si può fare diversamente, in modo condiviso, senza danneggiare gli operatori e garantendo ugualmente la salute pubblica».