Sanremo, CNA Imperia: «Rilancio della Filiera Turistica attraverso la creazione di “cabina di regia” del sistema produttivo»

«Parole chiave: la valorizzazione delle proprie peculiarità di territorio ed un sistema integrato di offerta, che entri nel cuore della città»

Sanremo. La CNA della provincia di Imperia ha partecipato con grande soddisfazione all’incontro tenutosi nei giorni scorsi presso il Comune di Sanremo, coordinato dall’assessore alle Attività Produttive Menozzi ed il consigliere comunale Viale sulle problematiche legate alla fase 2.

«L’emergenza sanitaria ha provocato la paralisi dell’intera filiera del Turismo: secondo le stime elaborate da CNA nel primo semestre del 2020 i ricavi del turismo subiranno una contrazione del 73%, trend purtroppo condiviso anche nel nostro territorio» – dichiara Vazzano, segretario territoriale CNA Imperia.

«Stiamo parlando di un segmento produttivo in grande difficoltà, colpito più di altri, dagli effetti delle misure restrittive di contenimento del contagio messe in campo dai Governi, regionale e nazionale, che purtroppo continuerà a pagare maggiormente le conseguenze legate alla fase di ripartenza. In questa ottica, assume grande importanza una iniziativa come quella del Comune di Sanremo di avviare subito un ragionamento nel segno delle concretezza per il rilancio del settore turistico, la cui filiera coinvolge tutte le imprese del sistema produttivo, puntando sulle nostre eccellenze e prioritariamente sulla sicurezza, garantendo un livello e una qualità non solo dell’offerta, ma anche di protezione del rischio che faccia preferire la nostra destinazione rispetto alle altre.

Quella che affrontiamo è una situazione straordinaria e imprevista, che ha avuto però come effetto quello di risvegliare il senso di appartenenza ad una comunità, di vicinanza. Già in fase di avvio dell’emergenza, abbiamo chiesto, come rappresentanti delle categorie, una reale “chiamata alle armi” in cui esperienza e competenza potessero diventare un patrimonio importante per la programmazione delle iniziative e la gestione delle risorse, dallo stanziamento dei fondi fino alla loro destinazione».

E continua: «L’incontro che si è tenuto nei giorni scorsi è la risposta a questa esigenza, un coinvolgimento che ha posto le basi per la creazione di una efficace cabina di regia che possa far ripartire il turismo, con la stagione balneare avviata: Istituzioni ed associazioni di categoria assieme non solo chiamate a definire le linee guida dell’intero processo di ripartenza, ma capaci di incidere sulle dinamiche turistiche con azioni e interventi coerenti e condivisi. Vogliamo dunque confermare il più ampio sostegno e la massima disponibilità al fine di collaborare insieme alla creazione di un sistema di differenziazione dell’offerta turistica il più ampio possibile ed in grado di generare ricadute positive su tutta l’economia cittadina, nessuno escluso».

Innovazione, sicurezza sanitaria, eccellenza le parole chiave, insieme a uno sforzo collettivo per affrontare la crisi che veda tutti i portatori di interesse impegnati verso il medesimo obiettivo.

E conclude Vazzano: «La domanda turistica cambierà, il nuovo viaggiatore avrà nuove esigenze e valuterà le offerte sulla base di nuovi criteri: in questo panorama, assume grande importanza la valorizzazione delle nostre peculiarità di territorio ed un sistema integrato di offerta, che entri nel cuore della città e coinvolga il maggior numero di operatori, al fine di permettere una rivitalizzazione dell’intera filiera produttiva legata al comparto turistico».