Quantcast

Sanità, assessore Viale: «In Liguria 21 milioni di euro anche per riconoscimento economico personale» fotogallery

Ospedale unico, Damonte Prioli: «Sarà sicuramente un ospedale di riferimento»

Imperia. «Il personale ha dato una mano a tutti i colleghi a rotazione. Domani sarò ancora più felice e motivata nel portare a termine il percorso del riconoscimento economico al personale sanitario di tutta la Liguria: 21 milioni di euro, 9 dei quali messi a disposizione dalla Regione, per dare oltre al grazie, che è davvero di cuore, anche l’atteso riconoscimento economico». A dirlo è il vice presidente e assessore ligure alla Sanità Sonia Viale che stamani ha visitato l’ospedale di Imperia insieme con il direttore generale dell’Asl 1 Marco Damonte Prioli.

Per quanto riguarda il lavoro in piena emergenza Covid-19, ha detto l’assessore: «L’Asl 1 è stata la migliore risposta organizzativa che abbiamo avuto una capacità di riorganizzazione della rete ospedaliera individuando in poche ore i reparti Covid e riorganizzando il personale».

Nel corso della visita, si è parlato anche dell’ospedale unico che sorgerà ad Arma di Taggia. «Dovrà essere costruito con tutti i criteri per trovare una risposta integrata all’interno del nuovo sito sia per pazienti Covid e non – ha dichiarato Damonte Prioli -. Già nel primo studio di fattibilità ci sono due corpi principali e una piastra servizi in cui potranno essere realizzati dei percorsi separati, uno dei quali dedicato ai pazienti Covid».

«Sarà sicuramente un ospedale di riferimento – ha aggiunto il dirigente dell’Asl1 -. Su Imperia, comunque, rimarranno un punto di primo intervento e una serie di reparti di lungo degenze, che in caso di pandemia, anche con caratteristiche diverse, troveranno anche qui la loro collocazione del disegno organizzativo che dovrà essere messo in atto per rispondere a tutte le eventualità».