Quantcast

La Festa della Musica battezza l’estate di Sanremo, città piena di gente. Al Casinò spettacolo di luci

Buona risposta in tutto il centro cittadino grazie all'esordio delle nuove aree pedonali e ai dehors formato maxi

Sanremo si scopre bella da vivere nella sera del primo evento cittadino post lockdow. L’occasione è quella della Festa della Musica che, organizzata in versione leggera e anticipata di un giorno rispetto alla data ufficiale, ha battezzato l’inizio dell’estate della Città dei Fiori: la filodiffusione e il dj-set nelle ore serali dello shopping e dell’aperitivo hanno accompagnato i primi turisti (molti francesi e tanti russi) che si sono assiepati in via Matteotti fino allo spettacolo di luci che si è svolto sulla facciata del Casinò Municipale in tarda serata.

Ospedaletti - Loanesi, i goal

E’ stato l’Inno alla Gioia di Beethoven, anche conosciuto come l’inno europeo, a scandire la ricerca di una nuova normalità dopo l’emergenza coronavirus. A completare il quadro di una serata che ha visto il centro cittadino riempirsi di gente, il debutto delle nuove zone pedonali e il conseguente ampliamento dei dehors dei ristoranti che hanno permesso alle persone di cenare in sicurezza e all’aria aperta. Se di tutto esaurito non si può propriamente parlare, bisogna riconoscere che sono stati molti i locali  che hanno registrato un boom di prenotazioni, mentre altri, nonostante le nuove isole pedonali, si sono dovuti accontentare di una crescita ma non così significativa. Una cosa è invece certa: la piazza della movida è ormai tornata ai suoi “antichi” splendori.

«Filodiffusione e spettacolo di luci sono state entrambe due belle idee – spiega il vicesindaco e assessore al Turismo Alessandro Sindoni. Ci sono state risposte positive dai clienti degli alberghi che hanno potuto godersi, dopo un periodo cupo, alcuni momenti di svago trovando una città frizzante con la musica in filodiffusione che li ha accompagnati nel nostro centro commerciale all’aperto. A essere pignoli, forse era solo da tarare un po’ il volume degli amplificatori all’inizio della diffusione, ma poi devo dire che, tutto sommato, è stato un bell’esperimento. Anche l’evento del Casinò – continua Sindoni – è stato molto suggestivo ed emozionante! Come amministrazione ci siamo voluti far trovare pronti per far capire ai primi turisti della stagione che se torneranno, troveranno una Sanremo positiva è allegra … i locali pieni fanno sperare nella stagione estiva alle porte, me lo auguro per i nostri commercianti».

Il presidente cittadino di Confcommercio Andrea Di Baldassarre aggiunge alle parole dell’assessore un primo bilancio d’inizio stagione: «Questo primo evento ha accompagnato la tanta gente che si vede in giro. Purtroppo le attività produttive si sono organizzate ma nel limite delle restrizioni imposte. Non è stata proprio una festa della musica ma una festa della gente, visto che la città si è riempita nonostante non ci siano stati dei veri e propri concerti. Comunque sia, ben vengano tutte le iniziative, anche se la maggior parte dei commercianti incontra serie difficoltà nell’investire visto quanto tutti abbiamo appena passato. Per questo chiediamo che il Comune ci sia vicino e che aiuti a colmare quelle mancanze che si possono venire a creare.

Sulle aree pedonali forse bisogna tarare qualcosa perché alcune attività si sono viste penalizzate dalla chiusura delle strade. E’ invece una grande decisione quella dell’ampliamento dei dehors, una vera valvola di sfogo per il commercio. Conclude Di Baldassarre: Non dobbiamo sottovalutare il problema code in autostrada che sta diventando enorme, è assolutamente da affrontare con urgenza».