Quantcast

Centro prelievi in via Nino Pesce a Taggia, il consigliere Ceresola: «Nessuna chiusura, i servizi riprenderanno»

«Anche se in forma diversa, torneranno ad essere garantiti a tutti i nostri cittadini ed a quelli dei comuni limitrofi e che resteranno localizzati sul nostro territorio»

Taggia. Le dichiarazioni del consigliere comunale con delega alla Sanità Giancarlo Ceresola in merito alla presunta chiusura del centro prelievi di via Nino Pesce:

«Ormai da alcuni giorni girano insistentemente, per il paese, voci su una possibile chiusura del punto prelievi e vaccini che la Asl1 gestisce ad Arma in via Nino Pesce. Quindi sarebbe passato il messaggio che i nostri cittadini e quelli dei paesi confinanti per poter usufruire di tali servizi dovrebbero spostarsi a Sanremo.

Questo comporterebbe gravi disagi alla popolazione considerando che i principali fruitori di tali prestazioni sono le persone anziane, quindi con maggiori difficoltà a spostarsi ed i bambini in età di vaccinazioni che necessitano obbligatoriamente di un accompagnatore.

Appena apprese queste voci, come amministrazione, ormai oltre venti giorni fa, ci siamo subito messi in contatto con i vertici dell’Asl1; con i quali si ha sempre avuto un ottimo rapporto ed una unità di intenti per cercare di tutelare al massimo uno dei beni primari di tutti i cittadini: la salute.

Ci è stato comunicato che in effetti l’ambulatorio è stato chiuso in seguito all’emergenza della pandemia covid 19 e che tuttora i sevizi di vaccinazione prelievi non sono ancora ripresi. Ma altresì ci è stato assicurato che tali servizi riprenderanno e non saranno spostati a Sanremo, lasciandone il nostro territorio sprovvisto.

Vero è che stanno valutando una riorganizzazione per quanto riguarda sia i prelievi che i vaccini, ma al più presto anche se in forma diversa, tali servizi torneranno ad essere garantiti a tutti i nostri cittadini ed a quelli dei comuni limitrofi e che resteranno localizzati sul nostro territorio».