Emergenza coronavirus, riprende l’attività ambulatoriale a Bordighera e Taggia

Il 22 giugno riprendono le attività del Cup

Taggia. Riparte l’attività dei prelievi ambulatoriali ad Arma di Taggia. Dopo la sospensione dell’attività del centro prelievi di via Nino Pesce a seguito dell’emergenza Covid, il servizio verrà svolto, a seguito dell’estensione della convenzione di ASL1, dai seguenti punti prelievo:

ACAD in via Nino Pesce 26 ad Arma di Taggia,
Synlab Il Baluardo in via Giardino 5 a Riva Ligure.

Pertanto entro la fine del mese di giugno, tutti i cittadini, compresi coloro che hanno diritto all’esenzione ticket, potranno accedere ai punti prelievo indicati, alle stesse condizioni del punto prelievo aziendale (su prenotazione e nel rispetto delle indicazioni di accesso in sicurezza ai servizi). Il servizio vaccinazioni continuerà ad essere garantito presso l’ambulatorio ASL1 di via Nino Pesce 36 di Arma di Taggia per le vaccinazioni del primo anno di vita su convocazione da parte dell’Ufficio di Igiene Pubblica ASL1.

I locali ASL1 di via Nino Pesce ad Arma di Taggia, inoltre, ospiteranno gli ambulatori CEM (Centro Endocrino Metabolico) oggi collocati in via Fiume 33/34 a Sanremo, che verranno parzialmente chiusi per lavori di adeguamento. Il trasferimento del CEM, è stato fissato per il prossimo 19 giugno, data compatibile con la riapertura del CUP Centro Unico di Prenotazioni previsto il 22 giugno.

Al fine di garantire il servizio per le patologie endocrino metaboliche anche nell’ambito di Sanremo, dalla prossima settimana, sono previsti due ambulatori presso il Poliambulatorio di via Carli, nei giorni di martedì per l’Endocrinologia e di giovedì per la Diabetologia.

Infine per quanto riguarda il Distretto Sanitario Ventimigliese, da lunedì 16 giugno i poliambulatori collocati in via Marconi a Bordighera, sono operativi e funzionanti presso i locali della Palazzina “ex uffici” nel plesso dell’ospedale di Bordighera. Nello specifico sono attivi gli ambulatori di Dermatologia, Oculistica, Otorinolaringoiatria, Neurologia, Diabetologia e Endocrinologia. Anche in questo caso il trasferimento è stato determinato dalla necessità di interventi di manutenzione nei locali di via Marconi.

«Ci troviamo in una fase di graduale ripresa delle attività ambulatoriali, tutte le aziende sono impegnate a recuperare le visite già prenotate. I cittadini verranno informati dettagliatamente sui passaggi successivi anche in vista della prossima riapertura del CUP»,  afferma la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria, Sonia Viale.