Diano Marina, il sindaco Giacomo Chiappori: «Il 29 giugno riapro l’Incompiuta» foto

Il primo cittadino chiede che Provincia, Regione e Anas si siedano a un tavolo per completare la messa in sicurezza anche sul lato mare

Diano Marina. «Un po’ di illuminazione, qualche intervento sull’asfalto anche se non rifaremo il manto e via si apre, dopo gli importanti interventi di messa in sicurezza a monte che abbiamo messo in pratica, sia pure con un po’ di ritardo a causa dell’emergenza ». Il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori, fissa la data, il 29 giugno per la riapertura dell’Incompiuta sul lato dianese, interdetto al traffico dall’alluvione dello scorso autunno.

Incompiuta vista elicottero

«Mi assumerò -prosegue Chiapporila  responsabilità in attesa dell’arrivo dei certificati di mitigazione del rischio, ma me lo farò volentieri perché si tratta di una riapertura molto attesa. Dal giorno dopo, metteremo mano a un progetto che prevede passeremo sulla scorta di un sondaggio idrogeologico che ho già impostato, con una serie di ragionamenti per una galleria a giorno, eventuale cementificazione come hanno fatto a La Thuile in Francia con dei tiranti ma chiamerò a a un tavolo tutti gli attori».

Il primo cittadino dianese, dunque, richiama tutte le istituzioni interessate. «Ci sono diversi attori, il Comune di Diano certamente, c’è la Provincia, c’è la Regione e c’è L’Anas che dovrà sedersi a un tavolo con noi per capire se la strada è ancora in sicurezza. Non può essere sempre e solo responsabilità di un sindaco. Nella parte bassa cercherò di avere una zona di ripascimento perché il problema potrebbe venire anche dal mare  per le mareggiate. Se le risposte saranno positive, bene, altrimenti vedrò che tipo di decisione prendere».