Coronavirus, Olio Carli fa donazione alla Croce Bianca Imperia: i ringraziamenti

«Questi soldi sono una vera boccata di ossigeno, è un momento in cui stiamo sostenendo veramente tantissime spese per l'emergenza Covid-19» - dice il presidente Trincheri

Imperia. Il consiglio direttivo della Croce Bianca Imperia e tutti i suoi volontari volevano ringraziare i dipendente della ditta Olio Carli che hanno deciso di effettuare tra di loro una raccolta di beneficenza a favore dell’associazione per venire incontro alle spese che stanno sostenendo di DPI e strumenti di sanificazione per fronteggiare questa emergenza Covid-19.

«I dipendenti si sono autotassati e hanno raccolto più di 3.500€ che hanno poi donato alla nostra associazione attraverso un bonifico bancario, un gesto bellissimo che ancora una volta dimostra la vicinanza delle persone alla Croce Bianca Imperia» – fa sapere l’associazione.

«Questi soldi sono una vera boccata di ossigeno, è un momento in cui stiamo sostenendo veramente tantissime spese, proprio ieri facendo due calcoli del nostro operato in questa emergenza, posso comunicare che abbiamo speso più di 28.000€ per dispositivi individuali di sicurezza, tra maschere FFP tute e sanificatori e parliamo di spese sostenute dai primi di marzo ad oggi… la Croce Bianca in prima linea in questa emergenza Covid-19 ha messo a disposizione della popolazione 3 ambulanze dedicate, 28 volontari attivi ( sui 70 abituali una riduzione di più del 50 % di volontari che si sono autosospesi per svariate ragioni di salute, di famiglia, età ecc ) e 13 dipendenti ( 2 dei quali sono stati poi bloccati dallo stesso virus e per fortuna ora sono tornati regolarmente in servizio dopo 40 giorni a casa) svolgendo dai primi di marzo più di 450 servizi dedicati e percorrendo 18500km…. numeri importanti effettuati in soli 90 giorni e senza contare il resto dei servizi di emergenza e ordinari che abbiamo continuato a svolgere regolarmente» – fa sapere il presidente Roberto Trincheri.

«Questi numeri, che riguardano solo la Croce Bianca Imperia possono anche far capire l’impatto che ha avuto questa pandemia sulla nostra provincia moltiplicandoli chi più chi meno con tutte le croci sul territorio che, come noi, hanno dato tutto dal primo giorno di emergenza e non si sono mai fermate.

Ringrazio veramente di cuore tutti i dipendenti della ditta Olio Carli perché so che lo stesso gesto lo hanno fatto anche per altre croci della nostra città dimostrando di essere vicini a tutti i volontari impegnati in questa battaglia a prescindere dal colore dello stemma sulla divisa, tra l’altro in questo periodo le divise erano tutte uguali delle anonime tute bianche indossate da persone con il cuore grande e tanta voglia di fare del bene ed aiutare gli altri.

Ringrazio tutti quelli che ci sono vicini e approfitto per ricordare che è possibile donare il 5*1000 alla Croce Bianca di Imperia, un aiuto fondamentale per permetterci di andare avanti, basta indicare il nostro codice fiscale 80006490082 nel apposito spazio dei modelli CUD, 730 e Unico nella casella “ Sostegno del Volontariato e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale” con un semplice gesto, scrivendo il nostro codice fiscale, potrete darci un enorme aiuto, di cui abbiamo veramente bisogno in questo momento» – dice.