Coronavirus, Confartigianato invia ai Comuni della provincia di Imperia una lettera sul corretto smaltimento dei Dpi

Devono essere raccolti all’interno di due sacchi, ben sigillati uno dentro l'altro, non sottoposti a schiacciamento e riposti evitando comportamenti che possano lacerarne l'involucro

Imperia. La Confartigianato ha inviato una lettera a tutti i Comuni della provincia di Imperia in merito al corretto smaltimento dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI).

In virtù di una specifica ordinanza regionale, e dove non si siano riscontrati casi di persone affette dalla malattia, si ritiene che i Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), utilizzati all’interno di attività economiche, siano assimilati ai rifiuti urbani. Gli stessi dovranno quindi essere conferiti al gestore del servizio nella frazione di rifiuti indifferenziati.

La Confartigianato di Imperia ricorda che i rifiuti da DPI devono essere raccolti all’interno di due sacchi, ben sigillati uno dentro l’altro, non sottoposti a schiacciamento e riposti evitando comportamenti che possano lacerarne l’involucro. Questi rifiuti sono raccolti con le modalità seguite per il rifiuto indifferenziato (contenitori stradali o porta a porta) con le medesime frequenze ed avviati al successivo trattamento previsto per tale tipologia.