Consiglio regionale, polemiche della minoranza per l’assenza dell’assessore Viale foto

La maggioranza delle iniziative consigliari inserite nell’ordine del giorno, che riguardano l’emergenza Covid-19, visto l'assenza, non avrebbero quindi potuto avere risposta nella seduta odierna

Genova.  I consiglieri dei gruppi di opposizione Giovanni Lunardon e Giovanni Barbagallo del Pd, Gianni Pastorino (Linea Condivisa), Fabio Tosi (Mov5Stelle) e Alice Salvatore (ilBuonsenso) hanno polemizzato, subito dopo l’avvio della seduta, per l’assenza dell’assessore alla sanità Sonia Viale, impegnata in altri appuntamenti istituzionali, rilevando che la maggioranza delle iniziative consigliari inserite nell’ordine del giorno, che riguardano l’emergenza Covid-19, non avrebbero quindi potuto avere risposta nella seduta odierna.

Lilli Lauro (Cambiamo con Toti Presidente) ha replicato ai consiglieri di minoranza ricordando l’assidua presenza nelle precedenti sedute dell’assessore Viale e ha ribadito l’impegno di tutta la giunta. Sergio Rossetti (Pd) ha criticato anche l’assenza del presidente della giunta Giovanni Toti. Paolo Ardenti (Lega Nord Liguria-Salvini) ha
sottolineato la presenza in aula di altri sei assessori che potranno rispondere, per le materie di competenza, alle interrogazioni dei consiglieri. Angelo Vaccarezza (Cambiamo) ha replicato alle critiche sottolineando il lavoro compiuto dalla giunta.

Andrea Costa (Liguria Popolare) ha ricordato che il Consiglio regionale e le Commissioni, anche in videoconferenza, non hanno interrotto le proprie attività. Franco Senarega (Lega Nord Liguria Salvini) ha rilevato che l’assenza di Viale non pregiudica i lavori del Consiglio. Valter Ferrando (Italia Viva) ha chiesto che non si adottino misure a rischio per la salute pubblica.

La seduta è stata sospesa per consentire la sanificazione dell’aula, prevista dalle misure in programma per limitare i rischi di contagio e, contemporaneamente, per verificare la possibilità di un incontro all’esterno, e in condizioni di sicurezza, fra una delegazione di consiglieri e i rappresentanti delle agenzie di viaggio e degli operatori turistici.