Centri estivi in Liguria, Toti ai sindacati: «Linee guida serie, prudenti e condivise con regioni»

«Abbiamo deciso di dare un sostegno alle famiglie e alle mamme cercando di aprire al più presto con tutti gli elementi per garantire sicurezza ai bambini e agli operatori»

Più informazioni su

Genova. «Nella nuova ordinanza abbiamo recepito le linee guida nuove approvate dalla Conferenza delle Regioni che ci consentono di riaprire i centri estivi. Sono linee guida molto ben fatte, serie, prudenti, condivise e costruite dal tavolo tecnico della Conferenza di tutte le Regioni e validate dalla nostra sanità. Non ne esistono altre. Siamo la prima regione ad applicarle e abbiamo collaborato a costruirle così come abbiamo costruito in Conferenza delle Regioni le linee guida che hanno consentito di riaprire questo Paese». Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti risponde in merito all’apertura dei centri estivi alla nota diramata dai sindacati che il governatore definisce “incomprensibile”.

«C’è un decreto legge del governo – prosegue – che prevede che le linee guida approvate dalla Conferenza delle Regioni siano applicabili in tutte le regioni: noi stiamo applicando quelle. Noi abbiamo deciso di dare un sostegno alle famiglie e alle mamme cercando di aprire al più presto: certamente poi si tratta di una iniziativa privata e quindi apriranno quando riterranno opportuno e possibile farlo».

«Ritengo – aggiunge Toti – che se si vuole dare un contributo alla ripartenza del paese, occorrerebbe smorzare le polemiche e aver voglia di costruire insieme le cose». «Se poi si potranno migliorare, le miglioreremo ma riteniamo che quelle linee guida abbiano tutti gli elementi sufficienti a garantire la serenità, la serietà e la sicurezza di bambini e operatori. Non le abbiamo inventate noi in un retrobottega ma sono state validate dal voto unanime della Conferenza delle Regioni» – conclude.

Più informazioni su