Quantcast

Campo da calcio alle Due Strade, Lorenzi (Civicamente Bordighera): «Commissione Consiliare inconcludente»

«Occorre presentare alla città il progetto del campo e rendere disponibili i dati, finanziari e non, per un paragone informato tra la costruzione in economia del nuovo campo e l’utilizzo del campo Zaccari»

Bordighera. Ecco il report, scritto da Civicamente Bordighera, sulla Commissione Consiliare, tenutasi venerdì 12 giugno, sul “Piano Urbano della Mobilità Sostenibile” e “Realizzazione del Campo Sportivo in Località Due Strade” per informare i cittadini sulle molte questioni non affrontate dall’Amministrazione che sono invece di ampia rilevanza pubblica.

«La convocazione alla riunione della Commissione Consiliare per l’Urbanistica del 12 giugno elencava all’ordine del giorno due argomenti importanti: “Piano Urbano della Mobilità Sostenibile” e “Realizzazione del Campo Sportivo in Località Due Strade”. Per entrambi, la convocazione indicava “Aggiornamento sullo stato dell’Ente”. Non furono messi a disposizione documenti, e ci fu detto che sarebbe stata una Commissione “solo informativa”. Che l’Amministrazione volesse informarci di qualche novità sul campo sportivo alle Due Strade era interessante, perché nel DUP 2020-2022 il progetto comanda una spesa di più di 2.6 milioni di euro; in un contesto economico in cui l’Amministrazione anticipa (DUP, pag. 65) la possibilità di valutare indebitamento per finanziare investimenti ritenuti prioritari.

L’aggiornamento del Sindaco sul campo alle Due Strade si è rivelato nient’altro che un breve elenco delle alternative non percorribili. No ad un ritorno al campo in Arziglia; no anche al Campo Zaccari a Camporosso perché avrebbe bisogno di investimenti che non essendo su proprietà comunale non sono desiderabili. Qui abbiamo polemizzato con il Sindaco sul triste fato delle imprese “comprensoriali”, in cui ci si getta per usufruire di fondi dedicati e inneggiando alla cooperazione tra Comuni, ma che vengono poi declassate se non abbandonate perché da un punto di vista elettorale-clientelare conta molto di più quanto fatto sotto il campanile del Comune.

Dunque la zona Due Strade è l’unica opzione possibile per un campo da calcio? Il Sindaco ha inaspettatamente lanciato la sfida (o era un appello?) ai consiglieri di opposizione, chiedendo perché non avessimo proposto alternative, essendo questo – a suo dire – l’obiettivo della Commissione. Difficile immaginarlo se si è convocati per “aggiornamento sullo stato dell’ente” e senza documenti. Ha rimproverato per non essere propositivo in particolare il consigliere Ramoino, che aveva appena fatto notare il possibile conflitto d’interesse dell’assessore Lagana’ che sta guidando un progetto destinato alla società di calcio presieduta dal padre Antonio
Lagana’. In realtà mentre il Sindaco ci incalzava a proporre alternative, dall’altro microfono l’assessore Lagana’ dichiarava che alternative non ce ne sono perché il campo alle Due Strade è previsto dal vigente (scaduto) Piano Regolatore. Resta il fatto che l’Amministrazione ha già acquistato un terreno necessario a completare l’area del campo da gioco, senza ancora avere acquisito i terreni necessari per l’accesso al campo.

Su tutti questi aspetti la città merita informazione e trasparenza, non Commissioni “teatrino”. Se c’è un conflitto di interessi, occorre affrontarlo. Occorre presentare alla città il progetto del campo alle Due Strade, con un doveroso impegno a costi molto contenuti in vista dell’utilizzo per ora limitato ad una piccola squadra locale.

Occorre rendere disponibili i dati, finanziari e non, per un paragone informato tra la costruzione in economia del nuovo campo e l’utilizzo del campo Zaccari. L’unico risultato pratico della Commissione è stata la decisione congiunta delle opposizioni a declinare in futuro di partecipare a Commissioni Consiliari che non enuncino un obiettivo specifico e non lo corredino degli atti necessari a un confronto informato» – fa sapere Mara Lorenzi per Civicamente Bordighera.