Aumentano gli sbarchi, tornano i migranti a Ventimiglia. Trovati su un tir partito da autoporto

14 quelli identificati e denunciati dai carabinieri mercoledì scorso

Ventimiglia. Otto migranti di nazionalità afgana, di cui 4 minorenni, sono stati identificati stamani dalla polizia stradale in una piazzola di servizio dell’A10 tra i caselli di Sanremo e Arma di Taggia, in direzione Italia. Gli stranieri erano saliti abusivamente su un tir, partito dall’autoporto di Ventimiglia. Ad accorgersi della loro presenza è stato il camionista, che mentre si trovava alla guida ha sentito dei rumori provenire dal cassone. A quel punto l’uomo si è fermato e ha allertato le forze dell’ordine che, intervenute sul posto, hanno aperto il camion e fatto scendere i migranti.

Non è il primo caso di stranieri che tentano di attraversa il confine (salendo, senza saperlo, anche su camion diretti in Italia) di questi ultimi giorni, da quando cioè sono aumentati gli sbarchi di migranti in Italia. L’altro ieri, infatti, gli stessi poliziotti avevano trovato altri sette stranieri, afgani e pachistani, in un tir fermo nell’area di servizio di Borsana sud, nei pressi del casello di Spotorno, in provincia di Savona. In quest’ultimo caso non è ancora chiaro se i migranti, irregolari sul territorio italiano, si siano sbagliati, pensando che il mezzo fosse diretto in Francia o se invece abbiano tentato di entrare clandestinamente in Italia attratti dalla sanatoria.

Sempre mercoledì scorso i carabinieri hanno identificato e denunciato per ingresso e soggiorno illegale nel territorio italiano 14 migranti irregolari, di cui 10 uomini e 4 minori, tutti di nazionalità afgana. Gli stranieri si erano rifugiati all’autoporto di Ventimiglia, probabilmente nella speranza di salire su un camion per raggiungere la Francia.