Ventimiglia, didattica a distanza: le famiglie apprezzano il progetto del nido comunale “L’Aquilone”

Il team educativo, con la coordinatrice pedagogica Maria Grazia Fossati, ha elaborato e monitorato tutto il progetto con grande cura

Ventimiglia. «Mentre si era tutti a casa per lo stato di emergenza, i bambini del nido d’infanzia “ L’Aquilone” di Vico Arene hanno avuto occasione di sperimentare nuovi modi per condividere alcune esperienze tra loro, con le educatrici ed altri genitori, in attesa di rivivere il valore unico e prezioso della relazione e del contatto nel gioco. Video diversi sono stati proposti e ancora in visione, dove narrazioni, attività espressive e musicali e …le ricette del cuoco Mauro anticipano gli incontri online a piccoli gruppi, a cadenza giornaliera» – fanno sapere dal nido d’infanzia “L’Aquilone”.

L’assessore Mabel Riolfo con la dirigente Monica Bonelli esprimono soddisfazione nel verificare l’alto gradimento da parte delle famiglie, che hanno risposto ad un questionario specifico dichiarando pareri positivi riguardo l’iniziativa: «Essa ha rappresentato, secondo loro, un proseguimento della vita del nido a casa e una possibilità di sostegno e confronto; è stata un supporto morale e una compagnia in questo momento particolare».

Aspetti che in generale sono apprezzati riguardano inoltre la professionalità delle educatrici «nel rendere naturale e spontanea un’interazione a distanza, il loro coinvolgimento emotivo, lo stabilire una routine quotidiana, la varietà delle proposte, il calore delle tate, l’entusiasmo e il loro impegno».

Nella sezione dei bambini più grandi è stata anche particolarmente valorizzata la possibilità di poter accedere ad una cartella su Google Drive per poter rivedere le attività proposte ‘in diretta’, che sono state molto seguite dai più piccoli.

Il team educativo con la coordinatrice pedagogica Maria Grazia Fossati, ha elaborato e monitorato tutto il progetto con grande cura a predisporre esperienze, ad offrire video girati e costruiti pensando a mantenere coerenza con il progetto pedagogico del servizio.