Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vallecrosia, Perri a Biasi: «Le cose buone per la comunità sono fatte da persone di buon senso indistintamente dal colore politico»

«L’ordine del giorno è stato condiviso e sostenuto da tutti i componenti della minoranza indistintamente dal colore politico»

Vallecrosia. «Speravamo che la sindrome da vittimismo fosse passeggera e invece dobbiamo riscontrare che è una patologia cronica. La sua volontà di far passare tutte le affermazioni come polemiche non sono altro che ricostruzioni fantasiose di un’ uomo in difficoltà che ha dimostrato parecchi limiti nella gestione dell’emergenza, nonostante il Sindaco continui ad elogiare il proprio operato. Continua a sostenere di aver aiutato duecento famiglie e che il governo lo ha lasciato solo, peccato che le 200 famiglie sono state aiutate con un finanziamento di 51.000 € del governo, utilizzato solo per € 23.000. Quanti soldi ha stanziato lui e la sua maggioranza dal bilancio di Vallecrosia ? quali azioni sono state intraprese con queste risorse?». Così il consigliere Fabio Perri replica al sindaco Armando Biasi.

«Continua a parlare di pacchi alimentari donati, ma è importante precisare che le donazioni sono state fatte
dai cittadini attraverso i supermercati della città e pertanto li ringraziamo per la sensibilità dimostrata,
mentre il suo contributo non è stato altro che prendersi il merito. L’emergenza, si può affrontare ascoltando i cittadini ma è necessario soprattutto varare misure e aiuti concreti, che sono quelli che noi continuiamo a chiedere, infatti sarebbe stato un segno istituzionale di grande rispetto poter rinunciare al compenso a favore dei cittadini vallecrosini più bisognosi» – dice.

«Sono abituato - continua Perri - a ragionare con il buon senso quando si trattano argomenti pertinenti alla stabilità ed al benessere economico dei cittadini che rappresentiamo, ed è proprio per questo che ho presentato durante la commissione un ordine del giorno, che contrariamente a quanto dichiarato dal Sindaco, non prevedeva nessuna deliberazione (vedi documenti agli atti) ma bensì un impegno ad attuare misure in aiuto dei cittadini come l’abbattimento della TOSAP, IMU, TARI e altre tasse.

L’ordine del giorno è stato condiviso e sostenuto da tutti i componenti della minoranza indistintamente dal colore politico, ai quali va il mio ringraziamento, come referente di Fratelli d’Italia, per aver compreso la natura e l’importanza delle misure richieste per il bene comune. Le cose buone per la comunità sono fatte da persone di buon senso indistintamente dal colore politico ancor più quando nascono da richieste di numerosi cittadini che in questo periodo si sono rivolti a noi chiedendoci di aiutarli». 

«Ma per il Sindaco Biasi forse è più importante la forma della sostanza, a sostegno di ciò, accogliendo il nostro ordine del giorno – dichiara Fabio Perri – FDI - si sarebbe potuto anticipare il governo che proprio ieri sera ha confermato le stesse misure da noi proposte tramite la conferenza stampa del presidente Conte. Quindi non era una proposta campata in aria». 

«Inoltre – continua Perri - crediamo che predicare bene e razzolare male sia una caratteristica del sindaco e di questa maggioranza, infatti in alcuni casi è importante la forma in altri la sostanza e quando non fa comodo nessuno dei due. Nel caso specifico, cari cittadini, voglio mettervi a conoscenza che il sindaco ha cercato in tutti i modi di stralciare i punti in discussione nella nostra richiesta di convocazione del consiglio comunale, richiesta regolarmente presentata ai sensi dell’art. 17 co. 3 del regolamento del consiglio comunale, perché non di pertinenza, a suo avviso. Ma in un momento delicato come questo, quando si chiede di parlare di sgravi ai cittadini (tasse e parcheggi) chi stabilisce cosa è di pertinenza e cosa no? Facciamo valere la forma perché la sostanza non piace o abbiamo paura di metterla in atto? risultato che anche i funzionari ai quali va il mio ringraziamento hanno confermato l’inserimento all’ordine del giorno in consiglio di tutte le nostre proposte ( vedi atto di convocazione)».

«Continui – sempre Perri – caro sindaco a fare riferimenti ai tecnicismi attaccandoti alla forma di un regolamento che tu stesso dici di voler cambiare, ma che puntualmente non fai, così da non doverti prendere responsabilità politiche scaricando tutto sui funzionari. Credi di poter continuare ancora per tanto col tuo metodo da incantatore di serpenti? Ogni giorno vengono sempre più a galla i limiti dell’ uomo solo al comando. Scrivi di essere un Sindaco di periferia per dimostrare di essere umile ma il tuo è il classico atteggiamento del Marchese del Grillo».

«Continueremo – conclude Perri- a formulare proposte per il bene comune, se poi il sindaco vuole in tutti i modi non permetterci di collaborare e metterci il bavaglio questo è solo un suo problema, noi continueremo a farlo per Vallecrosia e per i vallecrosini. Ah, ultima cosa, cosa ha risposto il Capo dello Stato Mattarella alla lettera da lei inviata?».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.