La replica

Sanremo, parlano i proprietari del ristorante “Da Vittorio”: «Nessun aumento del canone di affitto»

Il legale: «Scorretto accusare i proprietari dei muri»

da vittorio chiuso

Sanremo. «Dalla stipula del contratto originario non è mai stato richiesto alcun aumento del canone di locazione e il contratto di locazione che lega gli stessi alla titolare della licenza non è in scadenza e non è stato in alcun modo ridiscusso; in ordine ai rapporti che intercorrono fra la titolare della licenza e la Signora Contin, i proprietari nulla possono confermare o smentire, non avendone alcuna conoscenza». Lo precisano, tramite il proprio legale, l’avvocato Eliana Crespi, Camillo Rebaudo e Giovanna Perona, proprietari dei locali sede del Ristorante “Da Vittorio”, sito in piazza Bresca 16 a Sanremo.

Il ristorante dei vip “Da Vittorio” non ha dunque chiuso i battenti a causa di un aumento del canone di affitto da parte dei proprietari dei locali che, secondo quanto raccontato dalla titolare, Ornella Contin, avrebbe raggiunto i 5mila euro al mese.

«Considerato anche il periodo particolare e l’emergenza sanitaria in corso, annunciare la chiusura di un ristorante storico, attribuendone la causa all’impossibilità di sostenerne i costi di gestione, a seguito della richiesta di un considerevole aumento del canone da parte dei proprietari dei locali, oltre ad essere ontologicamente scorretto, è del tutto inveritiero e conseguentemente lesivo dell’identità personale e dell’etica dei proprietari stessi», precisa l’avvocato Crespi.

 

leggi anche
da vittorio chiuso
Padelle al chiodo
Sanremo, chiude il ristorante dei Vip Da Vittorio. In tempi di emergenza, proposto affitto di 5000 euro
commenta