Sanremo, al via le votazioni per le Targhe Tenco 2020 foto

Da lunedì 1° giugno la giuria, formata da oltre 200 esperti di musica e giornalisti musicali delle più importanti testate italiane nominati dal Club Tenco, esprimerà le proprie preferenze

Sanremo. Mancano appena 3 giorni all’inizio delle votazioni per le Targhe Tenco 2020, il più prestigioso riconoscimento d’Italia di cui vengono insignite le migliori produzioni discografiche italiane sul terreno della canzone d’autore.

Da lunedì 1° giugno la giuria, formata da oltre 200 esperti di musica e giornalisti musicali delle più importanti testate italiane nominati dal Club Tenco, esprimerà le proprie preferenze. Le scelte avverranno in due turni: tre titoli per ogni categoria nel primo (dal 1° al 15 giugno), uno solo nel ballottaggio tra i 5 titoli meglio piazzati alla prima votazione (dal 22 al 29 giugno).

Gli artisti hanno, quindi, a disposizione ancora 3 giorni per potersi candidare. L’annuncio dei vincitori sarà diffuso entro il mese di luglio 2020.

Come lo scorso anno è a disposizione una piattaforma completamente informatizzata e collegata al sito del Club Tenco (www.clubtenco.it) realizzata per consentire ad artisti e produttori di proporre in autonomia le proprie candidature.

L’arco temporale della pubblicazione dei dischi presi in considerazione, spazia dal 1° giugno 2019 al 31 maggio 2020. Le categorie delle Targhe sono 6: Migliore album, Album in dialetto, Opera prima, Interprete, Canzone singola e Album a progetto, ovvero realizzato con l’intervento di più artisti.

La giuria stessa potrà accedere a un’area dedicata e ascoltare direttamente i brani candidati all’assegnazione delle Targhe, ma sarà comunque libera di votare tutti i dischi validi a norma di Regolamento (non solo quelli proposti tramite autocandidature): la piattaforma adottata dal Club Tenco è stata studiata soprattutto per agevolare la partecipazione all’iniziativa di produzioni indipendenti, che non dispongono di sostegno promozionale che ne consenta larga diffusione. Sul sito stesso – come sempre – saranno visibili sia il Regolamento, sia i nomi dei giurati chiamati a votare.

Si ricordano i vincitori della scorsa edizione: (album dell’anno) “Ballate per uomini e bestie” – Vinicio Capossela; (album in dialetto) “Lo chiamavano vient’ ‘e terra” – Enzo Gragnaniello; (opera prima) “La vita veramente” Fulminacci; (interprete) Alessio Lega “Nella corte dell’Arbat. Le canzoni di Bulat Okudzava”; (canzone) “Argentovivo” – Daniele Silvestri – Manuel Agnelli – Rancore – Fabio Rondanini; (album collettivo a progetto) Adoriza “Viaggio in Italia. Cantando le nostre radici”.