Mercato a Imperia, Gatti (Lega Liguria Salvini): «Il modus operandi adottato dall’assessore Oneglio è da bocciare»

«Esprimo piena solidarietà alle associazioni di categoria, agli ambulanti, a tutti quegli operatori economici che con lo svolgimento del mercato settimanale registravano maggiori presenze e maggiori consumi»

Imperia. «L’Amministrazione comunale, la “grana”, se l’è proprio andata a cercare: prima trova un accordo con gli ambulanti per spostare il mercato di Oneglia mantenendolo nel centro storico, poi sceglie un’altra location
delle bancarelle, inidonea, neppure decorosa e priva di ogni servizio, sulla scorta dell’approvazione di nemmeno un migliaio di “residenti”. Senza una concertazione minima del cambio di decisione, senza una discussione – almeno – in un’apposita riunione della competente commissione consiliare; organismo, ricordiamo, che dovrebbe garantire quella concertazione e possibilmente condivisione anche quando i tempi sono stretti per prendere un provvedimento. Agendo così, su un tema delicato che riguarda l’attività di centinaia di famiglie, che da essa traggono la loro unica fonte di reddito, non si poteva che arrivare allo “scontro”» – dichiara Monica Gatti, capogruppo Lega Liguria Salvini.

«Esprimo quindi piena solidarietà alle associazioni di categoria, agli ambulanti, a tutti quegli operatori economici che con lo svolgimento del mercato settimanale registravano maggiori presenze e maggiori consumi, contrari allo spostamento del mercato deciso dall’Amministrazione.

E con tutto ciò non entro nel merito della questione – nel caso il Comune non faccia dietrofront solo il tempo dirà se tale scelta è stata oculata o meno – ma ritengo fermamente che il modus operandi adottato dall’assessore Oneglio sia assolutamente da bocciare» – afferma Monica Gatti, capogruppo Lega Liguria Salvini.