Imperia, proposte per la Fase due. Fratelli d’Italia: «Aiuti concreti ai cittadini per la ripartenza» foto

Momento di riflessioni sulla politica nazionale

Imperia. L’attività politica di Fratelli d’Italia ai tempi del Covid-19 non si ferma: ieri nel tardo pomeriggio si è riunito, con videoconferenza da remoto, il direttivo provinciale che ha visto la partecipazione di oltre una dozzina tra dirigenti e amministratori locali.

«E’ stata l’occasione per scambiarsi alcune riflessioni di politica nazionale, ove il nostro partito vede crescere l’onda lunga del consenso grazie al Leader Nazionale Giorgia Meloni – dichiara il direttivo – E a tutto il gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia, certamente il più attivo in questo difficile momento storico e concorde nel chiedere immediata liquidità per le imprese e commercianti, ma anche per analizzare i problemi e gli strascichi soprattutto in campo economico patiti dalla nostra Provincia».

L’assessore Gianni Berrino, impegnato nel proprio ruolo istituzionale, ha inviato un saluto e declinato quanto caparbiamente fatto dalla Giunta Regionale per aiutare i liguri; ha partecipato ai lavori il Coordinatore Regionale Massimiliano Iacobucci e il responsabile regionale degli enti locali Paolo Strescino, che ha finalmente potuto riassaporare il gusto di una riunione politica partecipata, perché chi ama la Politica difficilmente può allontanarsene per troppo tempo.

Grazie agli interventi dei Portavoce di Ventimiglia, Francesco Mauro, e Vallecrosia, Enrico Amalberti, nonché dei consiglieri comunali Luca Lombardi e Federica Cozza per la Città dei Fiori, Fabio Perri per Vallecrosia e Ino Isnardi per la Città di confine si sono potuti declinare i diversi provvedimenti di urgenza adottati dagli enti territoriali per il supporto ai cittadini.
«Piace constatare che numerosi di questi provvedimenti siano partiti da idee del nostro Partito e tra queste la gratuità dei parcheggi “blu” per agevolare chi ha dovuto lavorare anche in tempo di Coronavirus; e vista la lenta riapertura si invitano tutti i Sindaci della Provincia ad estendere la misura quantomeno finché non vengano riaperte tutte le attività commerciali», dichiara FdI.

«Tuttavia, la vera sfida che Fratelli d’Italia mette sul piatto per il futuro è la ripartenza con agevolazioni fiscali e burocratiche per i commercianti e per chi lavora nel terzo settore – aggiungono gli esponenti locali del partito – A partire dall’abbattimento delle imposte per l’occupazione del suolo pubblico per quelle attività che non hanno potuto lavorare nel periodo di lockdown, per passare poi alla gratuità e l’ampliamento dei nuovi dehor che potranno essere richiesti dai commercianti, bar e ristoranti e stabilimenti balneari o l’ampliamento di quelli esistenti. La nostra Provincia, prettamente a vocazione turistica, con l’arrivo dell’estate può affrontare la sfida di convivere con il virus vivendo all’aperto grazie al fantastico clima che l’Italia intera ci invidia: quindi i Sindaci devono aiutare le attività diminuendo la burocrazia, aumentando gli spazi esterni anche in deroga ai regolamenti comunali vigenti, incentivando la “vita all’aperto” priva di rischi se vissuta con i dispositivi e il distanziamento sociale».

E ancora: «Come sempre, Fratelli d’Italia vuole essere vicino ai cittadini, ai commercianti e ai lavoratori perché preferiamo la Politica che dia la possibilità alle persone di tirarsi su le maniche al posto di quella assistenzialista che non può che provocare danni economici inenarrabili».

Sul finale del direttivo e grazie all’idea di Massimiliano Iacobucci, è intervenuto il Consigliere Comunale di Genova, Sergio Gambino, delegato alla Protezione Civile: l’esempio del Comune di Genova con la ricostruzione del Ponte Morandi è il faro accesso che la Politica deve seguire; è stato un onore per tutti noi avere come “ospite a casa propria” Sergio Gambino.

«La sfida che ci attende è difficile – conclude il direttivo – Ma Fratelli d’Italia è abituata a “Portarsi non là dove ci si difende, ma là dove si attacca”».