Quantcast

Danneggiano auto trasporto disabili della Croce Bianca, carabinieri di Imperia identificano tre giovanissimi

Aggredito anche un volontario che ha riportato 10 giorni di prognosi

Imperia. Sono tre giovanissimi, di cui due ancora minorenni e un neo-maggiorenne, i responsabili dell’increscioso episodio accaduto nella notte tra sabato e domenica hanno danneggiato un’auto della Croce Bianca di Imperia adibita al trasporto dei disabili e aggredito un volontario della pubblica assistenza. 
Ad incastrare i tre ragazzi, tutti imperiesi già noti alle forze dell’ordine per numerosi precedenti, sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, al comando del capitano Davide Leo.
La pattuglia dei militari dell’Arma è intervenuta pochi minuti dopo la chiamata, intorno alle 23,30 di sabato scorso, da parte di un volontario della Croce Bianca che ha chiesto aiuto ai carabinieri.

Il mezzo di soccorso, un Fiat Ducato, era parcheggiato in piazza Dante quando uno dei tre giovani ha iniziato a saltare sul tetto della vettura. Per allontanare il vandalo è intervenuto un volontario di 21 anni, M.L. di Dolcedo, che è stato colpito con un calcio e ha riportato escoriazioni ad una mano giudicate guaribili in dieci giorni.

«Veramente un brutto episodio, non ci sono molti commenti da fare – dichiara il presidente della Croce Bianca, Roberto Trincheri -. I danni ammontano a 2000 euro circa, ma fortunatamente il mezzo di soccorso, pur avendo la carrozzeria danneggiata come è facilmente immaginabile vista la dinamica, è utilizzabile. E meno male perché visto il momento non ci voleva proprio perdere la possibilità di usarlo. Mi sono recato a sporgere denuncia e credo che il milite ferito faccia lo stesso. Ringrazio i carabinieri per il loro pronto intervento che ha permesso, se non proprio di cogliere in flagranza i responsabili, di identificarli immediatamente».

I tre giovani rischiano una doppia denuncia in Procura per danneggiamento e lesioni personali. Sul caso indagano i carabinieri.