Coronavirus, tavolo tecnico a Ventimiglia su riapertura delle attività commerciali

L'incontro è avvenuto tra Confcommercio, Comune di Ventimiglia e altre associazioni di categoria

Ieri mattina a Ventimiglia si è tenuto un tavolo tecnico per affrontare il tema tanto atteso delle riaperture delle attività commerciali e ricettive, tra Confcommercio, Comune di Ventimiglia e Confesercenti.

L’istituzione di un tavolo di lavoro era stato richiesto a livello provinciale già lo scorso 21 aprile da Enrico Calvi, presidente provinciale FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), a tutti i sindaci della provincia di Imperia, al fine di riaprire le attività garantendo la massima sicurezza a pubblico e dipendenti, e per poter fornire i propri servizi in modo economicamente sostenibile.

Quali condizioni, che precauzioni usare, quale affluenza sarà permessa? Questa settimana queste domande hanno trovato uno spazio di confronto in un importante incontro tra i sindaci della provincia e Roberto Calugi, direttore nazionale FIPE. Infine ieri mattina il presidente cittadino Confcommercio Dario Trucchi, insieme a Federalberghi e Sib (Balneari) ha incontrato il sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino e i suoi assessori: il Comune ha chiesto a Confcommercio di presentare un insieme di richieste da valutare (riduzione o sospensione di alcune imposte comunali) e allo stesso tempo delle proposte per il rilancio delle singole categorie.

L’appuntamento alla settimana prossima con le richieste di Confcommercio, in attesa di ottenere da Governo e Regione disposizioni più precise su comportamenti e misure di sicurezza da adottare, come ad esempio istruzioni sulle sanificazioni necessarie: indicazioni fondamentali per poter programmare concretamente la riapertura.