Quantcast

Coronavirus e pugilato, la Fpi tutela le sue società

Offrendo una copertura dei rischi legati al Covid-19

Genova. In considerazione dell’emergenza epidemiologica in atto e della ripartenza dell’attività pugilistica, la Federazione Pugilistica Italiana ha pensato di scendere in campo per tutelare le sue società affiliate, offrendo una copertura dei rischi legati al Covid-19.

In particolare, questa copertura assicurativa:

1) terrà indenni le società affiliate per eventuali richieste risarcitorie a causa Covid-19;

2) offrirà una tutela legale, coprendo le relative spese fino a 10.000,00 euro l’anno, per le controversie che possano scaturire anche da richieste risarcitorie per pandemie e quelle legate alla sicurezza. Tale garanzia riguarderà anche il processo penale.

«Questa iniziativa, del tutto gratuita per le società, vuole essere un’ulteriore modalità di supporto ai nostri affiliati ovvero una concreta garanzia che permetta ai presidenti di società e a tutti i consiglieri, quali rappresentanti legali delle Asd/Ssd, di poter operare con maggiore tranquillità, beneficiando anche di questa nuova tutela. Tale polizza è attiva dalle 24 del 25 maggio. La Federazione è con voi in ogni momento. Pronti a ripartire di slancio» – afferma Flavio D’Ambrosi.