Coronavirus, crisi settore taxi e Ncc. Liguria Popolare: «Necessario piano indennizzi a fondo perduto»

Depositata ordinanza in Regione per chiedere piano di aiuti

Genova. «Noi di Liguria Popolare siamo molto vicini agli autisti e comprendiamo i reali problemi del settore dei taxi e degli Ncc. Proprio per questo abbiamo depositato in Regione un’ordinanza del giorno in cui chiediamo un piano di aiuti alle categorie sopracitate». A dichiararlo è il vice presidente di Liguria Popolare Antonio Bissolotti.

Aggiunge Bissolotti: «Gli autisti di taxi e di vetture Ncc sono stati tra i più colpiti da questa emergenza sanitaria con una perdita di fatturato, in due mesi di mancata attività, pari al 90 per cento. E’ una cifra purtroppo importante dovuta al blocco degli spostamenti e della non affluenza dei turisti nella nostra bellissima Liguria».

«Come Liguria Popolare – continua il vice presidente – Ci rifiutiamo di girarci dall’altra parte, sarebbe irrispettoso per la categoria. E’ quindi necessario, come già fatto da altre regioni, che venga previsto un piano immediato con degli indennizzi a fondo perduto oltre che degli aiuti concreti per permettere di mettere in sicurezza i mezzi, tutelando autisti e clienti per la ormai non più tanto prossima stagione estiva. Tutto il gruppo regionale di Liguria Popolare, ed io personalmente per la provincia di Imperia è in prima fila per valutare delle soluzioni con l’assessore competente e il presidente Toti».