Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, continuano le donazioni al Comune di Vallecrosia foto

Gli studenti del Consiglio Comunale dei Ragazzi/e hanno versato 550,00 euro, il supermercato Conad ha donato 100 chilogrammi di confezioni di dolci da forno e cioccolato mentre la famiglia Aprosio-Mazzon cinquanta mascherine

Vallecrosia. E’ proprio vero che talvolta chi è più vicino riesce ad aiutare meglio, questa emergenza sanitaria ed economica lo sta insegnando molto bene.

Sono stati i giovanissimi studenti vallecrosini del Consiglio Comunale dei Ragazzi/e in queste ore a distinguersi nelle donazioni con un versamento di 550,00 euro, denari che erano riusciti a risparmiare durante la riuscitissima visita di rappresentanza alla foibe del Triestino lo scorso febbraio. Tale donazione sarà utilizzata, come da volere del Consiglio Comunale dei ragazzi/e, dalla squadra comunale di Protezione Civile per acquisto di dispositivi di protezione individuale.

I giovanissimi, coordinati dal sindaco del CCR Matteo Ferrari, hanno così voluto ringraziare i volontari della Protezione Civile che si erano impegnati tanto nelle distribuzione dei tablet a domicilio degli studenti della scuola Andrea Doria che ne erano sforniti. Questi ragazzini avrebbero potuto utilizzare la cifra per una pizza insieme invece l’hanno destinata a chi tutti i giorni rischia per aiutare la Comunità, è stato un gesto di grande altruismo riferisce l’assessore comunale delegato alla Pubblica Istruzione Giuseppe Ierace.

L’assessore delegata ai Servizi Sociali Marilena Piardi del Comune di Vallecrosia tiene invece ad informare che, nelle ultime ore, sono stati ricevuti ai magazzini comunali oltre 100 chilogrammi di confezioni di prodotti dolci da forno e cioccolato donati dal supermercato Conad di Vallecrosia, alimenti che verranno distribuiti ai nuclei familiari con bambini in difficoltà economiche dovute ai postumi dell’emergenza sanitaria.

Altro dono significativo, rivolto invece agli anziani, è stato quello di cinquanta mascherine certificate e lavabili offerte dalla famiglia Aprosio-Mazzon di Vallecrosia da destinarsi ai soci del Centro Sociale comunale della Terza Età della cittadina che, con questi dispositivi, potranno riaprire presto e con maggior sicurezza le proprie attività. Tale donazione è stata effettuata in memoria del vallecrosino Attilio Aprosio deceduto purtroppo pochi giorni fa proprio a causa del coronavirus.

Moltissime le persone, giovani e meno, come del resto varie aziende del territorio, in queste settimane hanno voluto stare vicini ai propri concittadini in difficoltà seguendo il motto “chi ha da dare dia e chi ha bisogno prenda”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.