Quantcast

Coronavirus, CNA Imperia: «L’undicesimo incontro di #AndareOltre è rivolto al settore autoriparazione» foto

«Dalla Valle d’Aosta alla Sicilia passando per l’Emilia Romagna e Roma, tutti online per ripartire pronti»

Imperia. Ancora un incontro di grande partecipazione quello che si è tenuto ieri, lunedì 11 maggio, con il nuovo appuntamento di #AndareOltre, riuscita formula creata da CNA Imperia e Studio Aschei: con il sapiente supporto del sociologo Luca Achei e del segretario territoriale di CNA Imperia, Luciano Vazzano, la voce del progetto online è arrivata da Imperia in tutta Italia. Collegata con CNA Imperia, la Valle d’Aosta, una rappresentanza di Ragusa, dall’Emilia Romagna la fattiva presenza del Presidente Nazionale CNA Servizi alla Comunità, Franco Mingozzi e ancora da Roma Antonella Grasso, Responsabile Nazionale CNA Servizi alla Comunità, per dare risposte concrete su che cosa fare a tutela della sicurezza del cliente e dell’autoriparatore.

Forte la presa di posizione dei responsabili nazionali, fortemente condivisa dai partecipanti, verso la necessità di una misura legislativa che escluda la responsabilità degli imprenditori nel caso un dipendente contragga il coronavirus: una voce unanime afferma. «Non si può rispondere di un rischio generico di salute del quale non si può controllare la fonte». Gli imprenditori già fanno tutto il possibile per limitare il contagio, ma il quadro giuridico è inadatto alla pandemia. «CNA sta sostenendo gli imprenditori nelle iniziative mirate a garantire la salute, in particolare applicando e rispettando i Protocolli condivisi di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento del virus Covid-19. Ma solo un intervento legislativo potrebbe consentire alle imprese di lavorare nel rispetto delle regole e senza temere un’attribuzione di responsabilità non dovuta» – dichiara Franco Mingozzi.

Molto sentito anche l’intervento di Antonella Grasso, che ha evidenziato il problema dei centri revisione, «I centri di controllo, pur essendo tra le attività rimaste aperte, a seguito della proroga delle scadenze delle revisioni dei veicoli da eseguire entro il 31 luglio al 31 ottobre, hanno subito un crollo pressoché totale dell’attività», e continua, «Con l’inizio della fase 2 ci aspettiamo una ripresa regolare delle attività e una riprogrammazione delle scadenze. Non è pensabile aspettare il 31 ottobre: si aggraverebbe la sostenibilità economica delle imprese, in grande difficoltà già oggi, e un carico di lavoro di circa 7 milioni di veicoli da revisionare in tre mesi, che sarà impossibile da evadere con conseguenti ripercussioni sulla sicurezza stradale».

L’incontro è poi proseguito con la partecipazione di Lorenzo Rossetto, Responsabile Ufficio Ambiente e Sicurezza CNA Imperia, e del prof. Marco Mosca dell’Università di Genova, Facoltà di Ingegneria: i temi affrontati quelli della sanificazione, igienizzazione e disinfezione, del controllo degli accessi, del mantenimento della distanza interpersonale di sicurezza, dell’importanza dei dispositivi protezione individuale (dpi), della sorveglianza sanitaria e della opportuna formazione ai collaboratori ed informazione a clienti e fornitori. Un susseguirsi di domande e risposte ed interventi dei partecipanti: puntuale il prof Mosca che ha fornito dettagli tecnici sui corretti metodi per sanificare spazi e veicoli, mantenendo in sicurezza il personale e il cliente. Un dettagliato approfondimento di Lorenzo Rossetto sulle misure efficaci di salute e sicurezza dei lavoratori garantite in tutte le aziende grazie a un protocollo raggiunto sabato 14 marzo 2020, tra sindacati e imprese in accordo con il Governo.

Il documento è stato aggiornato, integrato e coordinato con il protocollo del 24 aprile 2020: esaminati punto per punto gli elementi che riguardano nello specifico al settore Autoriparazione, volti a contrastare e prevenire la diffusione del coronavirus nei luoghi di lavoro. A conclusione il saluto di Fiorenzo Tirotta di FORTEC, da anni partner CNA per la formazione del settore automotive, che ha confermato la propria disponibilità alla prosecuzione delle iniziative e puntualizzato sull’importanza dell’aggiornamento professionale come elemento distintivo dell’impresa, che vuole “andare oltre” l’emergenza e creare le basi per una ripartenza efficace.

Con la regia di Luca Aschei e con il coordinamento sapiente di Luciano Vazzano, #AndareOltre diventa un format sempre più seguito, ampio, completo e soprattutto vicino alle esigenze degli imprenditori: ritorna oggi martedì 12 maggio alle 18, sempre online, sempre sulla piattaforma ZOOM, con una nutrita schiera di eccellenti relatori. Si parlerà di fase 2, di evoluzione dell’emergenza sanitaria, del Sistema sanitario regionale, del Decreto ministeriale sul monitoraggio della circolazione del virus e dei Protocolli nazionali per la sicurezza negli ambienti di lavoro, con la partecipazione di:
– Sonia Viale, assessore alla Sanità Regione Liguria
– Paolo Ardenti, consigliere Regionale e Commissario Commissione Regionale Salute
– Angelo Matellini, segretario CNA Liguria
– Olmo Romeo, referente territoriale CNA Turismo e Commercio

Eventuali quesiti specifici da parte di imprese interessate a partecipare all’incontro on line possono essere
anticipati all’indirizzo segreteria@im.cna.it; lo stesso recapito può essere utilizzato anche per richiedere il link di partecipazione all’incontro.