Coronavirus, anche in Liguria prende il via l’indagine sui test sierologici. La Cri chiamerà 6mila cittadini foto

Nell'Imperiese verranno contattati gli abitanti dei comuni di Badalucco, Bordighera, Camporosso, Cipressa, Imperia, Riva Ligure, Sanremo, Taggia, Vallecrosia e Ventimiglia

Genova. In questi giorni i volontari della Croce Rossa Italiana stanno effettuando le telefonate per contattare i cittadini selezioni nel campione indicato dall’Istat per l’effettuazione dei test sierologici sul coronavirus promossa dal Ministero della Salute. In Liguria sono stati individuati oltre 6mila cittadini appartenenti a 60 comuni:

Alassio, Albenga, Albisola Superiore, Albissola Marina, Arcola, Arenzano, Arnasco, Badalucco, Boissano, Bordighera, Busalla, Cairo Montenotte, Calice al Cornoviglio, Calice Ligure, Camogli, Campo Ligure, Camporosso, Casarza Ligure, Castelnuovo Magra, Ceriale, Chiavari, Cipressa, Cogoleto, Finale Ligure, Follo, Genova, Imperia, La Spezia, Lavagna, Lerici, Levanto, Loano, Lorsica, Luni, Mallare, Masone, Montoggio, Pietra Ligure, Portovenere, Prelà, Rapallo, Recco, Riva Ligure, San Colombano Certenoli, Sanremo, Santa Margherita Ligure, Santo Stefano di Magra, Sant’Olcese, Sarzana, Savona, Sestri Levante, Sori, Spotorno, Stella, Taggia, Vado Ligure, Vallecrosia, Varazze, Ventimiglia, Zoagli.

«L’indagine rappresenta un’opportunità per se stessi, infatti consente di scoprire se si sono sviluppati gli anticorpi ed è un servizio che si può rendere al Paese. Non è possibile altresì candidarsi volontariamente a far parte del campione, perché questo è già stato progettato e definito dall’Istat. Invitiamo fortemente le persone contattate ad aderire a questa importante campagna nazionale. Se vi chiama il numero che inizia con 06.5510 è la Croce Rossa Italiana» fa sapere la Cri.