Consiglio comunale, la question time di Imperia al Centro

Argomento: la Ztl del Parasio

Imperia. La question time di Imperia al Centro per il consiglio comunale di oggi, lunedì 25 maggio:

«Al presidente del consiglio comunale, al Sindaco di Imperia, premesso:

che la giunta municipale dall’estate 2019 aveva deciso di ampliare le fasce orarie di apertura della Ztl del Parasio consentendo l’accesso ai veicoli per un totale di ben 10 ore al giorno e istituendo nuove aree di sosta nella piazza storica centrale; che in relazione all’emergenza Covid l’Amministrazione ha deciso, prima con ordinanza e poi con il punto 4) della delibera di Giunta 135 del 30.04.20, di sospendere completamente la Ztl del Parasio, sino al 31 maggio 2020;

che nella stessa DGM, al punto 7) è stato invece, condivisibilmente, previsto di verificare la fattibilità di nuove Ztl, dando mandato all’ufficio viabilità di verificarne la fattibilità; che non si comprende in quale modo la sospensione della Ztl possa aver agevolato i cittadini, posto che durante il lockdown non si poteva uscire e, semmai, si potevano fare brevi passeggiate intorno a casa;

che si rileva una palese contraddizione fra la sospensione della Ztl del Parasio, zona naturalmente pedonale, e la volontà di istituirne di nuove in altre parti della città; che a seguito del maggior traffico generato dai provvedimenti sopra ricordati la pavimentazione della strada, concepito per una Ztl, si sta velocemente ammalorando, la piazza storica è costantemente piena di automobili che occupano, come facilmente prevedibile, tutto lo spazio disponibile anche sui posti moto e in altre zone libere della piazza;

che non pare che il maggior traffico di auto abbia portato chissà quali benefici alla vitalità del Borgo, e stia invece portando degrado, rovinando i lavori di riqualificazione appena eseguiti e rischi pertanto di compromettere irrimediabilmente la bellezza;

Si chiede: se l’amministrazione, nello spirito del punto 7) della DGM sopra ricordata e dei nuovi sentimenti di sostenibilità ambientale che l’emergenza Covid ha suscitato in tutto il mondo, possa prendere in considerazione di tornare ad un regime più restrittivo per la Ztl del Parasio, riducendo le fasce orarie di accesso e rimuovendo i pochi posteggi sulla piazza storica, salvaguardando la bellezza dei luoghi e consentendone la fruizione, senza il traffico automobilistico, a tutta la cittadinanza».