Chiusura Imperia TV, Carlo Capacci: «Sistema malato favorisce solo grandi gruppi»

Il ringraziamento dell'ex sindaco per il lavoro dell'emittente imperiese

Imperia. «Ho appreso che Imperia TV sta per chiudere le trasmissioni a causa dell’ attuazione del piano nazionale di ripartizione delle frequenze per fare spazio al 5G. Una volta di più il sistema malato che governa Europa e Italia favorisce i grandi gruppi a dispetto delle realtà territoriali». A dichiararlo è Carlo Capacci, sindaco di Imperia dal 2013 al 2018 e fondatore della Uno Communications Spa.

Appresa la notizia della chiusura di Imperia Tv, annunciata ieri sera dal giornalista Andrea Pomati nell’ultima edizione del tg dell’emittente imperiese, l’ex sindaco dichiara:

«Imperia TV, pur essendo una attività privata, ha sempre offerto un servizio pubblico guardando prima all’ informazione e poi al ritorno economico. Per questo motivo mancherà a tutti i telespettatori e, credo, a chi come me, ha passato del tempo all’ interno degli studi.

Il mio personale ringraziamento a Francesco Zunino, Lorella Zunino, Andrea Pomati e agli altri collaboratori dell’ emittente che ho avuto il piacere di conoscere. Grazie».