Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, dopo il lockdown riprende il mercato di Campagna Amica: «C’è meno gente ma siamo felici di ripartire» fotogallery

Riprende l’appuntamento settimanale con i prodotti a chilometro zero "Made in Liguria"

Bordighera. Dopo il lungo periodo di lockdown, è tornato da questa mattina il mercato di Campagna Amica davanti al palazzo del Parco, nel cuore della città. Nel pieno rispetto dei protocolli anti-contagio i banchetti hanno ripreso a vendere i prodotti a chilometro zero “Made in Liguria”, frutto del lavoro degli agricoltori della Coldiretti.

«Dalle 8 del mattino sono arrivati i primi clienti che non vedevano l’ora che ritornassimo. Sono clienti abituali, che venivano già prima dello stop a causa del coronavirus – affermano i titolari delle bancarelle - Avevano nostalgia di noi e dei nostri prodotti a km0. Abbiamo perciò iniziato già abbastanza bene».

Presenti gel e cartelli con le indicazioni comportamentali per il commercio ambulante: «C’è meno gente rispetto a prima del coronavirus però i clienti che sono venuti, senza difficoltà o timore, hanno accettato e rispettato le norme previste, come obbligo di mascherine e distanziamento sociale. Anche la polizia municipale ci ha fatto i complimenti per come siamo riusciti ad adattarci alla nuova situazione garantendo sicurezza».

Dopo quasi tre mesi di stop gli ambulanti sono entusiasti di ripartire: «Dopo un periodo non semplice, purtroppo abbiamo subìto dei danni, siamo tornati e siamo felici di ripartire. Alcuni di noi durante l’emergenza di coronavirus hanno comunque mantenuto i rapporti con i clienti attraverso le consegne a domicilio di prodotti locali freschi di stagione».

La mancanza di turisti preoccupa un po’ gli ambulanti del mercato contadino: «Essendoci meno gente visto che mancano i turisti, sicuramente venderemo di meno però siamo contenti di essere di nuovo qui. Ci chiediamo solo come mai non ci hanno permesso di tenere aperto, come i supermercati, o almeno di riaprire prima visto che abbiamo prodotti alimentari genuini e garantiti, come frutta e verdura freschi di stagione, olio e olive taggiasche, vino, peperoncini, piante aromatiche, formaggi, carne, uova, miele e lavanda, il tutto interamente a km0».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.