Quantcast

Una tartaruga alligatore fa capolino in un parco della Costa Azzurra

Si aggirava tra Villeneuve-Loubet e Antibes nel parco dipartimentale di Vaugrenier

Più informazioni su

    Antibes. In questi tempi di emergenza coronavirus, con la stragrande maggioranza della popolazione chiusa in casa per quasi 24 ore al giorno, spesso si sente di animali selvatici che girano indisturbati per le strade cittadine deserte. “La natura si riprende i suoi spazi” spesso si scrive (e a volte fuori luogo) in questi casi.

    Ma qui, nell’esempio transalpino, si può tranquillamente affermare che “la natura conquista nuovi spazi”. Sì. Perché la tartaruga alligatore rinvenuta nel parco dipartimentale di Vaugrenier con l’ecosistema mediterraneo poco ha a che fare (e nativa di alcune regioni del Nord America) ed a vederla sembra di avere davanti un mostro preistorico, se non uno giapponese da annoverare tra in nemici di Godzilla.

    L’esemplare in questione, che come riporta Nice-matin, avrebbe spezzato in due un manico di scopa con il suo potente morso, è stato visto martedì scorso da un uomo mentre si aggirava tra Villeneuve-Loubet e Antibes, nella vicina Costa Azzurra.

    Più informazioni su