Quantcast

Scomparsa di Giovanni Costamagna, il ricordo del vicesindaco di Pompeiana Ezio Conio

«Una persona molto cara alla comunità. Per tutti, ancora oggi, era "il sindaco Giuanin", che ha amministrato il paese per oltre 30 anni»

Più informazioni su

Pompeiana. «Ieri è mancata una persona molto cara alla comunità di Pompeiana. Una persona che per tutti, ancora oggi, era “il sindaco Giuanin”, il caro Giovanni Costamagna che ha amministrato il paese per oltre 30 anni» – fa sapere il vicesindaco Ezio Conio.

«L’Amministrazione del sindaco Giovanni Costamagna è iniziata nel 1968 e si è conclusa nel 2001. Uomo con grande senso del dovere civico e di grande rispetto delle istituzioni, rigoroso prima con se stesso e poi verso i suoi collaboratori, ha sempre portato avanti i suoi ideali politici e civici con fermezza ma sempre aperto al dialogo con tutti. Avendo iniziato la mia avventura amministrativa sotto una delle sue amministrazioni oggi non posso che ricordarlo con profonda tristezza ma anche con grande affetto e gratitudine per tutto ciò che mi ha insegnato.

Non possiamo dimenticare che durante gli anni della sua amministrazione il Comune di Pompeiana ha cambiato e migliorato enormemente le sue potenzialità sia per quanto riguarda i servizi per la cittadinanza sia per quanto riguarda l’aspetto turistico del piccolo centro potenziando in particolar modo la rete della distribuzione dell’acqua; infatti con grande lungimiranza aveva fatto progettare e costruire due reti separate di distribuzione dell’acqua; una potabile e una irrigua per le coltivazioni.

Nel corso degli anni, coadiuvato da persone molto legate al territorio, ha fatto ristrutturare completamente la rete viaria interna riportando alla luce, nel centro storico, la pavimentazione in ciottoli tipica dei borghi liguri. Ha fatto potenziare la rete viaria comunale migliorando i collegamenti con i Comuni limitrofi di Terzorio, Castellaro, Riva Ligure e Santo Stefano al Mare. Ha fatto costruire parcheggi pressoché in ogni borgata, diventati essenziali
soprattutto negli ultimi decenni per i residenti e per i turisti. Ha fatto ristrutturare e recuperare la Torre Barbaresca dei “Panei” ora sede di museo etnografico.

Importanti interventi sono stati effettuati sotto la sua amministrazione nel campo sportivo realizzando un’area di grande valenza, facendo costruire anche una palestra polisportiva e un’area dedicata alle manifestazioni estive e una struttura destinata a bocciofila. Da parte mia, del sindaco Pasquale Restuccia dell’amministrazione comunale dei dipendenti dell’ente non possiamo che partecipare al dolore delle sue amate figlie Stefania, anch’essa sindaco di Pompeiana dal 2001 al 2006, Rossana e i nipoti esprimendo le nostre più sentite condoglianze. Ciao Giuanin» – dice il vicesindaco Ezio Conio.

Più informazioni su