Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, Casa Borea non sarà centro per anziani malati di Covid-19. Asl1 si rivolge ad Albenga

La decisione dopo le polemiche sollevate dal presidente della struttura matuziana

Sanremo. Addio all’ipotesi di Casa Borea quale centro provinciale per il ricovero degli anziani positivi al coronavirus, ospiti di strutture residenziali protette e dimessi dagli ospedali. L’ospizio matuziano di via Borea è stato definitivamente scartato dalla Regione Liguria dopo che il suo presidente, Vincenzo Di Michele, aveva segnalato pubblicamente l’inopportunità di obbligare i propri utenti al trasferimento in altra struttura matuziana.

L’alternativa individuata dall’Asl1 imperiese è la clinica San Michele di Albenga, gestita da Enne Srl, che, dal 4 aprile, metterà a disposizione dell’azienda sanitaria imperiese, un piano dello stabile con 24 posti letto per prestazioni di media intensità di riabilitazione motoria e respiratoria in favore di pazienti affetti da Covid-19. In tale struttura, saranno garantite l’assistenza medica e infermieristica, la fornitura dei farmaci e dei presidi sanitari oltre ai necessari trasporti da e per l’ospedale di Sanremo.

“E’ una soluzione che abbiamo adottato per rispondere alle necessità assistenziali dei pazienti in post dimissione e per una migliore gestione dell’offerta ospedaliera in favore dei pazienti che necessitano di un ricovero da contagio Covid-19 – afferma la Direzione Aziendale di ASL1 – ASL1 prosegue nella ricerca di una soluzione a livello provinciale che ad oggi non si è potuta ancora concretizzare. La Casa di Cura San Michele di Albenga è la prima struttura che ha accolto la nostra richiesta. Ringraziamo i gestori per la disponibilità e la collaborazione dimostrata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.