Riva Ligure, mascherine obbligatorie nei supermercati. Check temperatura a dipendenti e clienti

Gli esercizi commerciali devono mettere a disposizione dei clienti guanti monouso e idonee soluzioni idroalcoliche per le mani, prima dell’accesso

Riva Ligure. Non si ferma l’opera dell’amministrazione rivese, volta a contenere il contagio da Coronavirus. Tra le misure adottate spiccano quella dell’obbligo delle mascherine nei supermercati.

I gestori delle sopracitate attività commerciali aperte dovranno anche prendersi carico della misurazione della temperatura a dipendenti e clienti.

Scrive il sindaco Giorgio Giuffra: «Ecco le decisioni che ho assunto in data odierna (ieri ndr), di concerto con il Comandante della Polizia Locale, valide da giovedì 9 fino al 30 aprile prossimo, riguardanti le medie strutture di vendita:

– ogni qualvolta ci si rechi nelle medie strutture di vendita, vanno adottate tutte le misure precauzionali consentite ed adeguate a proteggere se stesso e gli altri dal contagio, utilizzando la mascherina o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, contestualmente ad una puntuale disinfezione delle mani. In ogni attività esterna alle strutture di cui sopra deve comunque essere mantenuta la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;

– l’accesso, al fine di limitare al massimo la concentrazione di persone, è consentito ad un solo componente per nucleo familiare, fatta eccezione per la necessità di recare con sé bambini, disabili od anziani;

– gli esercizi commerciali devono mettere a disposizione dei clienti guanti monouso e idonee soluzioni idroalcoliche per le mani, prima dell’accesso all’esercizio;

– si raccomanda la rilevazione, mediante idonee strumentazioni, a cura dei gestori, della temperatura corporea dei clienti, oltre che del personale, prima del loro accesso. A seguito del rilievo di temperatura corporea uguale o superiore a 37,5 °C, deve conseguire l’inibizione all’accesso all’attività con invito a ritornare alla propria abitazione e limitare al massimo i contatti sociali e contattare il proprio medico curante.

– Nella giornata di ieri, abbiamo appreso con viva soddisfazione che la Regione Liguria inizierà presto la distribuzione gratuita delle mascherine di tipo chirurgico a tutta la popolazione. A prescindere da quali canali saranno individuati per raggiungere ogni cittadino, la nostra Amministrazione si renderà disponibile per non lasciare nessuno indietro, soprattutto gli anziani e le tante persone che, per motivi di salute o per difficoltà di deambulazione, non possono uscire di casa. Nel mentre, abbiamo deciso di adottare, almeno fino al 30 aprile prossimo, alcune misure precauzionali per gli utenti ed i lavoratori delle medie strutture di vendita (“Supermercato Doro”, Corso Villaregia; “Supermercato LIDL”, Via Aurelia). Riteniamo necessario cercare di impedire le cose peggiori, anche con iniziative più rigorose. Non è il momento di rilassarsi. Le prossime settimane saranno cruciali ed andranno vissute in modo differente, rispettando le misure di contenimento e distanziamento. Ci saranno altri giorni di Pasqua e Pasquetta nelle nostre vite. Quest’anno il regalo più importante che possiamo farci è restare a casa. Forza e coraggio, Riva. Insieme ce la faremo! Riva Ligure è avanti».