Muore a Roma la figlia dell’ex procuratore di Sanremo Roberto Cavallone. Era giudice nel processo Cucchi sui depistaggi

Giulia Cavallone aveva solo 36 anni e conviveva con un male incurabile

Sanremo. E’ morta ieri a Roma, a soli 36 anni, il giudice Giulia Cavallone, figlia dell’ex sostituto procuratore di Sanremo e poi Imperia Roberto Cavallone.

Stando a quanto riportato dall’agenzia Ansa, il magistrato soffriva di un male incurabile. Dopo aver lasciato la procura del capoluogo, il Pm che ha lasciato un segno con indagini delicate che avevano portato in carcere malavitosi di spicco appartenenti alle famiglie malavitose della Riviera, era stato trasferito in quella della Capitale.

La figlia Giulia era impegnata nel giudizio dei carabinieri accusati di aver depistato le indagini sulla morte di Stefano Cucchi. L’ultima udienza sia era svolta il 26 febbraio, prima che l’emergenza coronavirus portasse alla sospensione dei processi.