Dall’idea del sanremese Gianmarco Parodi nasce l’antologia “Decameron 2020, scrittori alla finestra” per aiutare protezione civile

Narrativa dai risvolti comici e esilaranti scritta da trentacinque autori in quarantena a causa del coronavirus. Tutti i proventi andranno alla Protezione Civile nazionale

Sanremo. Da un’idea spuntata a fine febbraio nelle menti confinate dello scrittore Gianmarco Parodi e del grafico Leonardo Bellasio, entrambi sanremesi, è nato il concetto di creare un’antologia in formato elettronico di testi ispirati alla quarantena.

Con sorpresa sono giunti tantissimi contributi e il risultato comprende anche narrativa dai risvolti comici e esilaranti il tutto creato dalle penne di scrittori non solo esordienti ma anche professionisti. Nonostante la distanza, hanno risposto in molti all’appello e si sono uniti autori dalle parti più svariate di questa Italia in quarantena. Dalla Liguria per prima, poi dal Piemonte, Lombardia, Emilia, Veneto, addirittura oltre confine, tutti hanno cercato con i loro racconti di forzare il confinamento e lasciare un segno a testimonianza di questo momento storico. Cose da scrittori raccontare il presente, certo, ma con un tocco benefico in più ecco che anche l’atto di scrivere si trasforma in un gesto generoso per chi la vera battaglia, letteralmente, la sta combattendo là fuori.

Il risultato è un’antologia dal titolo “Decameron 2020, scrittori alla finestra”. Il concetto ispirante è chiaramente quello del capolavoro del Boccaccio, che in questo frangente è inutile ribadire come sia attuale. Il progetto “Decameron 2020 – scrittori alla finestra” è un’antologia di racconti a scopo benefico ispirati al confinamento per il coronavirus. Scritti in quarantena da trentacinque autori sotto la cura dello scrittore ligure Gianmarco Parodi e la realizzazione grafica del web designer Leonardo Bellasio, l’antologia esiste per ora in versione ebook, scaricabile dal sito ufficiale dietro offerta libera dal sito: www.proimmagine.it/decameron2020/.

Tutti i proventi andranno alla Protezione Civile nazionale. Un buon modo per curare l’Italia “con la fantasia”, ma non solo immaginando.

Racconti di: Alessandra Seggi, Alessandro Giacobbe, Alessio Bellini, Angela Prestianni, Annamaria Maccaboni, Camillo Bongiovanni, Carlo Testa,Carlotta Londri,Carolina Guajana, Christian Gullone, Claudio Restelli, Cosima Spinelli, Cristiana Lumbaca, Daniele Siri,Danilo Balestra,Elisa Gullì, Erica Cusumano, Federica Fava, Federico Pedazzini, Fedra Assembri,Francesca De Pascalis,Francesco Basso,Gianna Bianco,Gianluca Pisani, Lucia Borro, Maria Antonietta Cannella, Melania D’Alessandro, Miriam Caputo, Raffaella Giorgesi,Rossella Masper, Sabina Matz,Silvana Filippi, Silvana Ricci, Stefano Maccari,Sveva Assembri, Gianmarco Parodi.