Quantcast

Coronavirus, nasce il “turtun” solidale: l’iniziativa che coinvolge la val Nervia

Per aiutare le famiglie in difficoltà

Più informazioni su

Isolabona. Da Isolabona a Castel Vittorio, passando per Pigna e Vallecrosia: si è presto estesa a tutta la val Nervia (e zone limitrofe) l’iniziativa di Davide Rebaudo del Ristorante U cian di Isolabona, dal cuore castelluzzo, nata in collaborazione di altri ristoratori che sabato prepareranno e distribuiranno ì prelibati Turtun: la famosa torta verde con denominazione De.Co. di Castel Vittorio.

L’iniziativa. Dalle campagne della valle Nervia arriva una proposta interessante e virtuosa che coinvolge chef e ristoranti con l’obiettivo di dare un aiuto a chi oggi si trova in una situazione di particolare bisogno. Il “Turtun”, la squisita torta verde DE.CO. di Castel Vittorio, realizzata con prodotti a km. 0, è espressione di sostenibilità e salvaguardia di una risorsa preziosa, il cibo, e nello stesso tempo testimone di una cultura anti-spreco e solidarietà. Perché non gustare un Turtun in quarantena? E per tutti gli appassionati di questa preparazione contadina, c’è la possibilità di ordinarlo dai migliori chef della vallata, che provvederanno alla consegna del Turtun e i proventi della vendita saranno destinati alle famiglie più bisognose della zona, che saranno individuate tramite gli uffici comunali.

Il tutto è pensato per aiutare le famiglie in difficoltà, relativa all’attuale situazione. I comuni che necessitano sostegno si facciano avanti ordinando ì Turtui. Il tutto sarà gratuitamente offerto da chi, oltre ai ristoratori, vorrà partecipare all’iniziativa con tutto il sostegno possibile.

Per prenotazioni contattare:
Davide Rebaudo – Ristorante U cian di Isolabona: +39 340 5250852
Samuele Cabò – Ristorante Italia di Castel Vittorio: +39 320 8238152
Federico Lanteri – Ristorante Torrione a Vallecrosia: +39 3477774546
Vanessa Presti – Ristorante Busciun di Castel Vittorio: +39 348 8672931
e la “Sacerdotessa del Turtun” Terry Prada: + 39 333 1748947 attiva promotrice di questo prodotto de.co.
Una parte dei Turtun prodotti saranno consegnati direttamente alle famiglie bisognose ed una parte destinata alla vendita ed il ricavato destinato a iniziative concrete di solidarietà.
I turtun verranno preparati in ambienti dotati della normativa H.A.C.C.P. e il personale dotato di salvaguardia dal covid19.
Il costo di un Turtun è di 25 euro.
Con la diffusione della notizie già tanti stanno collaborando per dare sostegno a questa golosa iniziativa chi con prodotti dall’orto e aziende che contribuiscono in modo sostanzioso:
La Proloco di Castel Vittorio e tutte le famiglie che si dedicano alla raccolta di erbette selvatiche.
Maria Grazia Alimentari di Castel Vittorio
Azienda Agricola il Torrione di Pigna
Masieri del Ristorante Paolo e Barbara di Sanremo, hanno le orti nelle campagne di Castel Vittorio.
Pizzeria Sul Ponte di Pigna
Macelleria Anfosso di Isolabona
F.lli Beccaria, fornitore sostanziale per i formaggi e farina.
La partecipazione del Ristorante Lago Bin di Rocchetta Nervina
Agriturismo Ca’ de Na per le ottime freschissime uova di Buggio
Risto Gumbi detto u Zena di Dolceacqua
Antico Frantoio Olearia del ponente di Camporosso
Beauty Rose Azienda agricola. di Camporosso
Alimentari Rey di Vallecrosia.
Fantino di Dolceacqua con splendide borraggini
Carrozzeria Rally
Roberto Nobbio
LoBello
Moreno Amalberti
Giorgia Detofol

Più informazioni su