Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, manifestazioni sportive di pugilato sospese fino al 31 maggio

Il Consiglio federale ha deciso di impegnarsi per dare un sostegno economico alle società affiliate e ai tesserati

Più informazioni su

Genova. Considerati i provvedimenti emergenziali in atto, il Consiglio federale si è celebrato, per la prima volta nella storia della Federazione Pugilistica Italiana, in conference call.

Il presidente Lai e la sua squadra di governo hanno voluto adottare tale modalità di svolgimento dell’Organo collegiale proprio perché hanno reputato importante riunirsi e cominciare a dare riposte alle istanze delle società affiliate e dei tesserati.

All’inizio del incontro, il presidente Lai e gli altri consiglieri federali hanno espresso la massima vicinanza all’intero movimento pugilistico che sta vivendo un periodo fortemente travagliato. Sono stati ringraziati, altresì, tutti gli Uffici federali ed i Comitati regionali per il lavoro che stanno svolgendo a favore del movimento pugilistico nazionale, nonostante la situazione emergenziale in atto.

Tra i vari provvedimenti adottati dal Consiglio federale, si segnalano:

– la sospensione delle manifestazioni sportive ricadenti sotto l’egida della FPI, regionali e nazionali, fino al 31 maggio, in conseguenza dei provvedimenti adottati dalle Autorità governative, in ultimo il DPCM 1 aprile 2020 recante nuove misure per il contenimento ed il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale che estende le misure del DPCM 25 marzo 2020, dal 4 al 13 aprile p.v, e stabilisce che “sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati, e sono sospese altresì le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non, all’interno di impianti sportivi di ogni tipo”;

l’approvazione delle linee guida per la gestione delle squadre nazionali, tenuto conto dei limiti imposti dai citati provvedimenti governativi ed alla luce del rinvio, da parte del CIO, dei Giochi Olimpici Estivi al 2021;

l’impegno del Consiglio federale al sostegno economico delle società affiliate e dei tesserati, in considerazione degli ingenti danni arrecati dalla sospensione forzata dell’attività pugilistica. Nell’ottica di tradurre in concreto l’impegno del Consiglio federale, è stato dato mandato al Segretario generale di quantificare il budget che potrà essere utilizzato, tenendo conto anche dei risparmi di spesa prodotti dal mancato svolgimento dell’attività sportiva e degli eventuali altri contributi che potranno venire dagli aiuti delle Autorità governative al mondo dello sport. Per dare seguito a tale indirizzo, verranno rivisti gli appostamenti di spesa fatti nel bilancio preventivo 2020. Seguiranno poi un insieme di provvedimenti strutturali ed iniziative a sostegno delle società.

«Il Consiglio ha convenuto, altresì, che è necessario dare continuità all’assetto organizzativo e gestionale della FPI, assicurando la funzionalità degli Uffici federali, dei Comitati regionali e delle relative segreterie (collaboratori). Continuità utile a supportare la prossima ripartenza delle attività pugilistiche.

Il Consiglio ha preso atto anche dei successi ottenuti dai corsi di formazione on line, che hanno ricevuto migliaia di adesioni, e delle campagne di socializzazione e sensibilizzazione messe in atto dal settore comunicazione, e sulle quali ha espresso vivo apprezzamento il Dicastero dello sport.

Nel prossimo Consiglio federale si cominceranno ad individuare i criteri e le modalità per erogare il sostegno economico. Criteri che saranno ancorati anche alla qualità dell’attività agonistica svolta dalle nostre società.

Nonostante le evidenti, palesi difficoltà a cui siamo stati sottoposti dall’emergenza sanitaria, la Federazione sta impegnando il massimo sforzo per fornire alle nostre società il sostegno necessario per la ripresa delle attività pugilistiche.

Noi siamo fiduciosi che il piglio, la determinazione, la passione ed il coraggio dei nostri tesserati faranno ripartire con slancio la nobile arte italiana. Forza e coraggio» – fa sapere il vice presidente vicario, Flavio D’Ambrosi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.