Quantcast

Coronavirus, il liceo Aprosio di Ventimiglia non si ferma: prosegue la didattica a distanza

Gli alunni sono stati dotati di tablet, acquistati grazie a un contributo finalizzato da Regione Liguria

Ventimiglia. La didattica al liceo Aprosio non si ferma e cerca ogni giorno di affrontare e superare le difficoltà che via via possono emergere in questa situazione tanto drammatica quanto inattesa.

«Così come i docenti si sono attrezzati per portare avanti nel miglior modo possibile l’ormai nota “didattica a distanza” che consentirà ai nostri alunni di completare l’anno scolastico, anche gli studenti stanno impegnandosi in uno sforzo notevole fra lezioni frontali via web, materiale da studiare e compiti da svolgere.

Come sempre, certo, ma con una modalità che richiede più impegno e che fa i conti con una tecnologia che, se da una parte aiuta, dall’altra affatica maggiormente. E soprattutto è mancante della dimensione relazionale, una assenza che gli stessi alunni patiscono arrivando a rimpiangere la tanto detestata lezione in classe.

Con inevitabili limiti e criticità, ma anche con tantissime risorse talvolta inaspettate, il liceo Aprosio sta facendo la sua parte. E proprio ieri è arrivato a regime per quel che riguarda la connettività degli alunni.

A seguito di un monitoraggio fatto fra le famiglie era stato individuato il numero di alunni privi di un device adeguato per seguire la didattica a distanza. E così, utilizzando materiale in dotazione alla scuola e acquistato un congruo numero di tablet grazie a un contributo finalizzato della Regione Liguria, il liceo Aprosio è riuscito a rispondere a tutte le richieste fornendo in comodato fino alla fine dell’emergenza il materiale necessario.

Grazie ad una efficace e rapida sinergia la dirigenza del liceo ha contattato il vicesindaco di Ventimiglia Simone Bertolucci che ha subito attivato la referente della squadra comunale di Protezione Civile, Sabina Camarda. Con grande disponibilità e professionalità sono state messe a disposizione due squadre di volontari a cui la dirigente del liceo Paternieri ha consegnato i tablet che sono stati portati agli alunni presso i loro domicili.

La dirigenza del liceo è grata all’amministrazione comunale di Ventimiglia e ai volontari della Protezione che, fra le molte importanti attività che stanno svolgendo, hanno fatto in modo che da oggi tutti gli studenti dell’Aprosio siano dotati degli strumenti adeguati per completare l’anno scolastico con la modalità della didattica a distanza. Un buon esempio di collaborazione integrata a più livelli, in un momento difficile come questo».