Quantcast
La convenzione

Imperia, nuova vita per l’Osservatorio meteorologico. Vassallo: «Garantirà previsioni aggiornate durante le allerte»

«È prevista anche l'installazione di una nuova webcam in cima all'Osservatorio che sarà consultabile da tutti»

Simone Vassallo

Imperia. Disporre di previsioni aggiornate con maggiore costanza e più aderenti alle peculiarità del territorio, soprattutto in occasione delle allerte meteo. È questo l’obiettivo della Convenzione siglata nei giorni scorsi a Palazzo Civico tra Comune di Imperia e l’Associazione “Amici dell’Osservatorio”, che intende ridare piena operatività all’Osservatorio Meteorologico di Piazza Roma.

Gli obiettivi della Convenzione sono i seguenti:

– creare un rinnovato gruppo di lavoro per coadiuvare il personale comunale nel mantenimento delle attività dell’Osservatorio;

– mantenere l’attività amministrativa- istituzionale dell’Osservatorio;

– valorizzare la tradizione e le attività culturali dell’Osservatorio, organizzando eventi a carattere scientifico, divulgativo e didattico;

– promuovere collaborazioni con organizzazioni istituzionali nell’ambito della meteorologia della climatologia e sismologia;

– garantire al centro Operativo Comunale un supporto tecnico-scientifico-previsionale riferito al territorio comunale in caso di allerta meteo.

A margine della firma, il sindaco Claudio Scajola ha ribadito l’importanza di tener presente il micro-clima imperiese, diverso dal resto della Liguria, come certificato anche dal Sole 24 ore, che ha eletto il capoluogo quale città con il miglior clima d’Italia.

«Un ulteriore tassello che aggiungiamo al sistema di protezione civile della città di Imperia, che sta ormai diventando un esempio da seguire per strumentazioni ed efficienza – commenta l’assessore Simone Vassallo  Durante le allerte avremo i dati aggiornati dell’Osservatorio che ci aiuteranno a capire meglio l’evolversi della situazione e a prendere le decisioni conseguenti. È prevista anche l’installazione di una nuova webcam in cima all’Osservatorio che sarà consultabile da tutti. Vogliamo anche recuperare e diffondere il valore storico della struttura. Con gli “Amici dell’Osservatorio”, con il presidente Podestà che ringrazio, abbiamo trovato spirito di condivisione e collaborazione in questo senso».

commenta