Gli acquisti si spostano online: l’emergenza sanitaria cambia il nostro modo di fare compere

In questo periodo sono diventati un valido supporto per molti italiani

Più informazioni su

Dato il momento di grande incertezza, le famiglie italiane stanno affrontando una situazione mai vista e mai vissuta prima. Come immediata conseguenza, dunque, cambiano alcune abitudini, per via dell’obbligo di stare a casa per ragioni di sicurezza. Altri trend, invece, non solo persistono ma addirittura crescono, come nel caso degli acquisti online, che proprio in questo periodo sono diventati un valido supporto per molti italiani.

Sempre più spesso, infatti, i consumatori scelgono di fare compere su Internet, dai beni non necessari fino ad arrivare a quelli principali, come nel caso della spesa alimentare e dei dispositivi di protezione individuale. Vediamo quindi di analizzare la situazione attuale, relativa al settore degli e-commerce.

Il report di Reply: ecco come cambiano le abitudini

Reply ha pubblicato un report che chiarisce come cambiano molte delle abitudini dei cittadini, non solo in Italia ma in tutto il mondo. Il primo riferimento valido va allo smart working, che anche nella Penisola sta diventando una realtà, sebbene sia stata forzata dall’emergenza sanitaria. Anche lo smart learning rientra in questa lista, per via della necessità per gli studenti di seguire da casa le lezioni universitarie e i vari corsi.

Per quanto riguarda lo shopping, è chiaro che gli utenti “migrano” sempre più spesso sulla rete, con un boom massiccio soprattutto per alcuni settori merceologici in particolare. Per fare un esempio, l’acquisto di farmaci online e di dispositivi per la protezione ha visto un incremento notevole, con il 70% di richieste. Anche i prodotti per la cura della persona e per l’igiene sono molto gettonati sul web: si parla ad esempio delle creme per il viso, dei rasoi, dei detergenti e dei piccoli elettrodomestici per il bagno (come i phon). Naturalmente non si può non citare la crescita esponenziale delle ordinazioni di cibo online, con il food delivery grande protagonista di questo momento di isolamento domestico forzato.

E-commerce in aumento in Italia

Oramai sul web si può comprare di tutto, e farselo consegnare a domicilio, ed è una regola che vale per qualsiasi prodotto, di qualsiasi categoria. Anche per la sigaretta elettronica, ordinabile sul sito di Blu per esempio, insieme ai vari liquidi. E lo stesso discorso riguarda molti altri oggetti, dai giochi per le varie console agli attrezzi per fare palestra. È chiaro che la lista include tanti altri esempi utili, come il già citato cibo, e in questo periodo la richiesta di alimenti online sta aumentando in maniera vertiginosa.

Occorre partire dai dati generali, secondo i quali l’e-commerce in Italia ha registrato un incremento del 56% durante la seconda metà di febbraio, stando alle rilevazioni di Nielsen. Nella prima settimana di marzo, poi, è stato registrato un picco del +81%. Entrando nel dettaglio, la grande distribuzione ha visto una crescita superiore al +8%, con i prodotti a lunga conservazione fra i più ordinati dagli italiani. Anche l’ortofrutta viaggia su buone medie, con un aumento oltre il 4%, mentre i prodotti alimentari nel loro complesso hanno di fatto raddoppiato le vendite online. Un discorso analogo può essere fatto per i farmaci, oggetti come le mascherine e altri prodotti aventi a che fare con le cure mediche.

Più informazioni su